Giornalismo interculturale e comunicazione nell'era del digitale

Il punto con il giornalista Maurizio Corte

“Il giornalismo interculturale oggi è fondamentale perché dobbiamo considerare che una quota significativa di cittadini in Italia, circa il 7- 8%, è di origine straniera”. Queste le parole di Maurizio Corte, giornalista del quotidiano L’Arena di Verona, alla presentazione del suo ultimo libro "Giornalismo interculturale e comunicazione nell'era del digitale. Il ruolo dei media in una società pluralistica", edito da Cedam, che si è tenuta giovedì 15 maggio, dalle 10.10 alle 11.30, in aula T3 del polo didattico Zanotto. Il nostro ateneo è il primo in Italia ad aver attivato una cattedra in Giornalismo interculturale.

“La comunicazione e le comunicazioni di massa sono essenziali per l’integrazione perché i primi a leggere i giornali sono coloro che vengono da fuori, immigrati interni ed esterni. – ha dichiarato Maurizio Corte – I media servono loro per orizzontarsi e per fare da mappa della società. Il ruolo dei vecchi e dei nuovi media è importante se vogliamo una società che abbia una sua giusta dialettica sociale senza avere dei conflitti”.

“La pedagogia interculturale è una pedagogia aperta non solo alle differenze culturali propriamente dette, ma anche a diversità di tipo sociale, politico, religioso – spiega Agostino Portera –  Il merito di Maurizio Corte è di aver accostato a questa pedagogia l’educazione interculturale attraverso i media, mediante un’analisi di quali sono stereotipi e pregiudizi all’interno dei media e anche delle proposte su come dovrebbe essere un buon giornalismo. Questo libro aiuta gradatamente gli studenti a riflettere su una pedagogia che tenga conto di tutte le diversità, partendo dal generale e approfondendo il settore dei media e della comunicazione”.

Il programma. Alla presentazione del libro sono intervenuti, oltre all’autore, anche Agostino Portera, ordinario di Pedagogia interculturale, Carlo Melegari, direttore del Cestim (Centro studi immigrazione) di Verona, Elena Guerra, del gruppo di analisi interculturale dei media ProsMedia, e Michelangelo Bellinetti, giornalista, già presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. A moderare l'incontro sarà Gabriele Colleoni, caporedattore del quotidiano L’Arena.

I protagonisti della ricerca. Le ricerche contenute nel libro sono state condotte dal Gruppo ProsMedia del Centro Studi Interculturali dell’Università di Verona, nell’ambito dell’Osservatorio su “Media e Minoranze” dellaRete di Università della Carta di Roma, il protocollo deontologico dei giornalisti. I diritti d’autore del libro sono devoluti per intero in beneficenza.
 

Tutte le informazioni sul libro

Ascolta l'intervista a Maurizio Corte

15.05.2014