Summer school in Giurisprudenza all’università di Pechino

Aperte le iscrizioni fino al 15 aprile. Il dipartimento di Scienze Giuridiche mette a disposizione due borse di studio

Studiare legge in Cina durante l’estate? È ora possibile grazie alla “Summer Law Institute in China – Executive Education Training Program”. Anche quest’anno l’università di Verona partecipa a questa interessante iniziativa giunta alla nona edizione e coordinata dall’Università degli Studi di Milano, dall’Università di Torino e dal Global Law Initiatives for Sustainable Development (gLAWcal9) del Regno Unito.

La summer school si svolgerà alla Peking University School of Government di Pechino in due sessioni, dal 5 luglio al 2 agosto e dal 19 luglio al 16 agosto. Il programma è multidisciplinare e rivolto a laureandi, laureati e professionisti con un background in diritto, scienze politiche, relazioni internazionali, filosofia, economia, scienze ambientali, ingegneria e ogni altra disciplina che possa legarsi alle tematiche trattate durante i corsi. Due i curricula proposti, “Summer Institute on Climate Change, Energy and Environmental Protection” e “Summer Institute on Intellectual Property Rights and China” (IP-China). Il programma è organizzato in partenariato con le università di Aix-Marseille, la Lund University, Carlos III di Madrid, del Piemonte Orientale, di Pavia e la Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

L’impegno del dipartimento di Scienze Giuridiche.Dal 2013 il dipartimento di Scienze Giuridiche mette a disposizione degli studenti iscritti ai corsi giuridici dell'ateneo due borse di studio per facilitare la partecipazione a questa importante esperienza formativa, oltre a prevedere il riconoscimento di crediti formativi per la frequenza dei corsi e il superamento dei relativi esami finali. "Vogliamo aumentare le opportunità per gli studenti, nella consapevolezza che la loro formazione richiede sempre di più di essere proiettata nella dimensione internazionale- spiega la direttrice del dipartimento Donata Gottardi – E' per questo che il dipartimento ha deciso di sostenere, anche finanziariamente, la partecipazione alla summer school a Pechino. Un contributo, un piccolo tassello aggiuntivo, mediante lo strumento delle borse di studio, per consentire scelte altrimenti troppo spesso ostacolate dalla mancanza di risorse"

La testimonianza di chi ci è già stato.Nella precedente edizione due studentesse del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza hanno frequentato il corso a Pechino, riportando una esperienza di arricchimento e di crescita, non solo formativa, ma anche umana e culturale.  "Il fatto di essere il corso localizzato in una realtà culturale come la città di Pechino rende sensibile l'animo a situazioni sociali estranee alla vita in cui noi tutti viviamo – racconta la studentessa Marta Collalto, iscritta al quinto anno del corso di laurea in Giurisprudenza, che ha partecipato all’edizione dello scorso anno con una delle due borse di studio – Mi sento di suggerire questa avventura a chiunque abbia lo spirito di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e di vita."

La scadenza prevista per la presentazione della domanda alla Summer School è il 15 aprile; coloro che avranno presentato domanda potranno anche candidarsi per l'assegnazione della borsa di studio del dipartimento di Scienze Giuridiche (scadenza 22 aprile). Maggiori informazioni

04.04.2014