Ancora pochi giorni per partecipare alla competizione sulla didattica online lanciata dal Miur

Per incentivare il nuovo modello didattico Dei Mooc, Massive Online Open Courses, corsi online aperti ad un numero illimitato di studenti, il Miur, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha aperto dal 3 marzo al 3 aprile la sfida sulla Open Education. La competizione, aperta a studenti, dottorandi, insegnanti, ricercatori, docenti, spin-off  accademiche, start-up innovative, università, enti pubblici di ricerca  e cittadini con competenze in materia, che potranno partecipare  in forma individuale o anche in team, prevede la progettazione e la realizzazione di un corso online fruibile da un numero illimitato di utenti.  

I Mooc. La maggiore disponibilità della banda larga e la crescente popolarità di dispositivi digitali e piattaforme online dedicate hanno consentito la nascita e la diffusione prima negli Stati Uniti , ora anche in Europa, di uno strumento d'insegnamento moderno e innovativo. Si chiamano Mooc, Massive Online Open Courses, corsi in rete ad accesso gratuito con contenuti di alta qualità che stanno avendo un forte impatto sociale e culturale. Uno strumento promettente per espandere l’esperienza in aula e raggiungere in maniera economica ed efficace autodidatti di ogni tipo.

La sfida sulla Open Education. Il Miur ha deciso di promuovere l’innovativo modello didattico dei corsi online attraverso una competizione aperta a tutti. Potranno, infatti, partecipare alla sfida studenti, dottorandi, insegnanti, ricercatori, docenti, spin-off  accademiche, start-up innovative, università, enti pubblici di ricerca  e cittadini con competenze in materia, in forma individuale o in team. Ogni partecipante dovrà ideare e sviluppare un Mooc da rendere fruibile gratuitamente su piattaforme online esistenti. Diversi i requisiti che il progetto dovrà presentare, fra cui l’accesso gratuito, la disponibilità in rete dei contenuti e dei materiali didattici, le verifiche dei livelli di apprendimento dei fruitori e la certificazione finale che attesti il conseguimento degli obiettivi formativi da parte dello studente. La sfida si articolerà in due fasi. Nella prima una giuria valuterà con criteri specifici le proposte dei partecipanti per selezionare quelle più originali e innovative da ammettere alla fase successiva, nella quale i Mooc dovranno essere resi disponibili sulle piattaforme online. I partecipanti potranno presentare le loro proposte, precisandone programma, contenuti, modalità di sviluppo e fruizione fino alle 23.59 del prossimo 3 aprile.

Per maggiori informazioni sulla sfida clicca qui.

26.03.2014