Fattore Famiglia: strumento di equità per l’erogazione dei servizi comunali

Il dipartimento di Scienze economiche dell’università di Verona ha presentato i risultati del progetto voluto dal comune di Castelnuovo del Garda

“Fattore Famiglia: strumento di equità per l’erogazione dei servizi comunali”. Questo il titolo del convegno tenutosi sabato 18 gennaio al Polo Zanotto. Nell’occasione sono stati presentati i risultati della sperimentazione del nuovo strumento per il calcolo della condizione economica da parte dei Comuni curato dal dipartimento di Scienze economiche dell’università di Verona e dal Comune di Castelnuovo del Garda. All’incontro hanno partecipato il sottosegretario di Stato al ministero dell’Economia e delle Finanze Alberto Giorgetti e il presidente della Provincia Giovanni Miozzi. Tra i relatori, oltre Federico Perali, docente del dipartimento di Scienze Economiche e responsabile scientifico del progetto, Francesco Belletti presidente del Forum delle associazioni familiari, Luca Trentini sindaco di Nogarole Rocca e Maurizio Bernardi sindaco di Castelnuovo del Garda. Moderatore dell’evento è stato Daniele Udali, presidente nazionale dell’Afi – Associazione delle famiglie. 

Il convegno.“Fattore Famiglia” è il nuovo strumento in grado di superare il vecchio concetto di Isee per sostenere le famiglie realmente bisognose di agevolazioni. L’obiettivo del progetto, adottato ed elaborato dal Comune di Castelnuovo del Garda in collaborazione con il dipartimento di Scienze economiche dell’ateneo scaligero, è quello di porre fine all’assegnazione di contributi a chi non ne ha diritto. “Il progetto – spiega il professor Perali – rappresenta un banco di prova utile non solo per le amministrazioni locali ma anche per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al fine di migliorare l’efficacia della gestione delle prestazioni sociali locali e la gestione integrata delle politiche familiari nell’ambito di bilanci sociali che tengono conto delle risorse pubbliche distribuite alle fasce più vulnerabili della cittadinanza quali le donne, i bambini e gli anziani. La ricerca congiunta rappresenta anche un’occasione di dialogo istituzionale tra amministrazioni comunali e università e di partecipazione democratica che si sta rivelando molto proficuo al fine di erogare servizi sociali che rispondano ai bisogni effettivi dei cittadini nonostante la scarsità di risorse pubbliche a causa della crisi economica.” Durante l’appuntamento, inoltre, è stato presentato il portale per la gestione del sistema amministrativo integrato del Comune di Castelnuovo che consentirà l’accesso e la condivisione di informazioni relative a diversi settori comunali. In occasione del convegno altri otto Comuni veronesi hanno aderito al progetto “Fattore Famiglia”. Tra questi Bussolengo, Sona, Salizzole, Gazzo Veronese, San Pietro di Morubio e Cavaion Veronese, ai quali si aggiungono Zevio e Nogarole Rocca, già sottoscritti al momento del convegno. Altri Comuni, compresi alcuni capoluoghi di Provincia di varie regioni italiane, hanno mostrato il loro interesse e, forse, a breve potrebbero aderire al progetto.

21.01.2014