Ricercatore del dipartimento di Scienze giuridiche tra i finalisti al primo premio nazionale di divulgazione scientifica

Nella rosa dei finalisti l’opera monografica dal titolo «La detenzione e le detenzioni. Unità e pluralismo nelle situazioni di fatto contrapposte al possesso» di Riccardo Omodei Salè

Riccardo Omodei Salè, ricercatore di Diritto privato del dipartimento di Scienze giuridiche, con la sua ultima opera monografica dal titolo «La detenzione e le detenzioni. Unità e pluralismo nelle situazioni di fatto contrapposte al possesso» (Cedam 2012), è stato selezionato come uno degli autori finalisti al primo premio nazionale di divulgazione scientifica.

Il premio, nato quest’anno su iniziativa dell’associazione italiana del libro con il patrocinio del Consiglio nazionale della ricerca, ha l’obiettivo di contribuire a divulgare la ricerca oltre i confini della cultura accademica e scientifica. Gli ambiti sono quelli di scienze matematiche, fisiche e naturali, scienze del territorio e dell’ambiente, scienze della salute, scienze giuridiche ed economiche, scienze umanistiche, sociali e della formazione.

I numeri di questa prima edizione sono significativi: 378 opere in gara, tra libri e pubblicazioni, 739 autori coinvolti e oltre 170 case editrici rappresentate.

La premiazione si terrà lunedì 9 dicembre alle 15.30 a Roma, nell’aula convegni del Cnr in  piazzale Aldo Moro, 7.

Maggiori informazioni

 

5.12.2013