Roberto Bassi tra gli scienziati dell’Accademia nazionale dei Lincei a Roma

Il fisiologo vegetale dell’ateneo scaligero è il nuovo membro della più antica accademia scientifica al mondo

Roberto Bassi, docente ordinario di fisiologia vegetale all’Università di Verona e responsabile del laboratorio di fotosintesi al dipartimento di Biotecnologie dell’ateneo, è stato nominato membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei di Roma durante l’inaugurazione del nuovo anno accademico. Un’importante riconoscimento per il docente universitario che dà prestigio al suo costante lavoro dedicato alla ricerca e alla scienza.

L’Istituzione, che sin dal 1603 promuove, coordina e diffonde le conoscenze scientifiche nelle loro più elevate espressioni nel quadro dell’unità e universalità della cultura, conta 360 scienziati di livello internazionale e tra i primi soci spunta l’illustre nome di Galileo Galilei. Un risultato che rende onore ancora una volta anche all’Università di Verona che ad oggi annoverava tra i membri dell’Accademia romana Giovanni Berlucchi, neuro-fisiologo, docente del dipartimento di Scienze Neurologiche, Neuropsicologico, Morfologiche e Motorie. 

Una vita dedicata alla ricerca. La nomina di Bassi premia non solo la lunga carriera come ricercatore nel campo della biofisica, genetica e biologia molecolare delle piante, ma anche le recenti pubblicazioni, uscite tra il 2008 e il 2012, sulle prestigiose riviste Science e Nature che hanno chiarito i meccanismi della fotosintesi aprendo la via all’ingegnerizzazione delle alghe per la produzione di energia pulita, senza aggiunta di anidride carbonica all’atmosfera. Un riconoscimento che arricchisce la straordinaria carriera dello scienziato di origini vicentine. Nel 2009 infatti Bassi è stato insignito dall’Accademia nazionale delle scienze tedesca, Von Humboldt, del premio Helmholtz – Humboldt Research Award per le scienze fisiche e naturali. E' titolare di tre progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea nel settore delle biotecnologie vegetali e ha inoltre coordinato un brillante gruppo di ricerca al dipartimento di Biotecnologie dell’ateneo di Verona a cui hanno partecipato Luca Dall’Osto, docente associato del dipartimento, Matteo Ballottari, ricercatore di fisiologia vegetale e altri 10 fra ricercatori post-dottorali e dottorandi.

La sua carriera tra università e ricerca. Laureato con lode nel 1977 in Scienze Biologiche a Padova, Bassi è stato ricercatore, dal 1983, alla facoltà di Scienze dell’Università di Padova. Nel 1993 è diventato professore associato prima ad Urbino e poi a Verona dove, nel 2005, è stato nominato professore ordinario. Dal 2002 al 2005 è stato professore di Biochimica e Biologia Molecolare all’Università di Marsiglia. Ha trascorso lunghi periodi di studio e ricerca in Danimarca, Francia, Svizzera e all’Istituto di Biofisica dell’accademia delle scienze di Pechino. Bassi è anche membro di numerosi comitati scientifici in Italia e all’estero. Vanta una ricca produzione scientifica che conta oltre 230 pubblicazioni apparse su prestigiose riviste scientifiche internazionali e più di 90 presentazioni su invito a congressi internazionali. Inoltre è vice-presidente della Società Internazionale di Fotobiologia.