Il corpo umano

Martedì 24 gennaio si terrà una giornata di seminari per capire la funzione e l’utilizzo di “Primal pictures”, atlante di anatomia umana

Stop agli scheletri finti e ai modelli di plastica. Da oggi l’anatomia umana si studia al computer grazie a “Primal pictures”, un atlante interattivo di anatomia umana con immagini in 3D e animazioni. Per comprendere le funzioni e l’utilizzo di questo sistema innovativo la biblioteca Meneghetti del polo medico, scientifico e tecnologico universitario organizza una giornata di seminari che si terrà martedì 24 gennaio. Relatore e coordinatore dell’evento sarà Maurice Clementi, international trainer di Ovid, editore e produttore dell’atlante.  La giornata sarà articolata in tre appuntamenti e in diverse sedi: nell’aula magna della facoltà di Scienze motorie dalle 10 alle 11.30, nell’aula E degli Istituti biologici di Borgo Roma dalle 13 alle 14.30, nell’aula C della Lente didattica di Borgo Roma dalle 15 alle 16.30. I seminari sono aperti a tutti.

Il programma degli incontri. Gli argomenti proposti nel corso della giornata si concentreranno sull’utilizzo di “Primal pictures” e sui diversi moduli inclusi nella sottoscrizione della biblioteca Meneghetti per gli  utenti dell’ateneo. Si illustrerà come utilizzare il pannello di controllo, come visualizzare, salvare e stampare testi, video e  immagini e infine come effettuare le ricerche per parola chiave. Inoltre saranno disponibili dei video di supporto in lingua italiana.

Primal pictures, un supporto per lo studio e l’insegnamento. “Primal pictures” è un atlante interattivo completo, accurato e dettagliato di anatomia umana arricchito di immagini in 3D e animazioni. Il pacchetto, consiste in una varietà di moduli interattivi: particolare attenzione viene data alle diverse parti del corpo, alla loro funzione,alle procedure chirurgiche specifiche e alla riabilitazione post operatoria. È possibile avere dettagli sulle funzioni dei muscoli, sul movimento e sull’interazione con ossa e legamenti. Sono presenti 70 animazioni dell’intero scheletro e modelli anatomici che si possono ruotare a 360 gradi. Inoltre con il supporto video si può osservare un corpo che cammina e corre, ideale per la ricerca nella fisioterapia, nella cinesiologia, nei massaggi, e nell’allenamento per gli atleti. Questo atlante è indicato soprattutto per ambiti quali medicina, professioni sanitarie e scienze biologiche.