Tommaseo e Alberti proclamati Alumni praeclari dello Studium Iuris Veronensis

La cerimonia si è svolta in occasione dell’apertura del nuovo anno accademico alla facoltà di Giurisprudenza

In occasione dell’inizio delle lezioni del nuovo anno accademico, la facoltà di Giurisprudenza ha proclamato Ferruccio Tommaseo e Giovanni Battista Alberti alumni praeclaridello Studium Iuris Veronensis. Alla presenza di docenti, personale tecnico amministrativo e studenti, il rettore Alessandro Mazzucco insieme al preside della facoltà Stefano Troiano e alla direttrice del dipartimento di Scienze Giuridiche Donata Gottardi ha conferito il prestigioso titolo a due professori che hanno segnato negli anni la storia della facoltà giuridica veronese.

Giovanni Battista Alberti nato a Legnago (Verona) il 2 aprile 1941, ordinario di Economia aziendale nella facoltà di Giurisprudenza dell’università veronese dal 2001, già ordinario di Economia aziendale e docente di Ragioneria nella facoltà di Economia dell'Università di Udine dal 1997 al 2001. Alberti in precedenza ha svolto ruoli di docenza anche all'Università di Padova e all'Istituto Universitario di Bergamo. E' stato promotore e direttore, nell’università scaligera, del Corso di perfezionamento e di aggiornamento professionale in Contratti e appalti pubblici e dei master in Direzione Aziende Pubbliche e in Gestione e innovazione nelle Amministrazioni Pubbliche, nonché presidente del Comitato scientifico del Centro Studi e Documentazione sulle Crisi d’Impresa e di Veronainnova; dal 2009 è inoltre presidente dell’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona.

Un apporto unico all'Economia aziendale. Alberti è stato insignito da parte del preside Troiano del titolo di Alumnus Praeclarus per "L’altissimo impegno che egli ha profuso al fine di promuovere, nei massimi ruoli istituzionali, la crescita e l’affermazione autorevole della facoltà di Giurisprudenza veronese, vedute la qualità e la rilevanza scientifica degli studi dal medesimo compiuti nel settore dell’economia aziendale, con particolare riguardo alla gestione e al bilancio delle imprese, veduto l’apporto di incomparabile valore che egli ha offerto allo studio e all’insegnamento di queste materie nello Studium iuris veronense, quale promotore nel tempo di numerose ed apprezzate iniziative culturali e di proficui progetti di collaborazione tra la facoltà e la comunità veronese".

Ferruccio Tommaseo nato a Brazza (Dalmazia) il 20 marzo 1941, è ordinario di Diritto processuale civile della facoltà di Giurisprudenza dell’università di Verona dal 2003, facoltà dove ricopre a tutt’oggi la carica di decano. Già assistente di ruolo alla cattedra di Diritto processuale civile dell’Università di Trieste dal 1965 ed incaricato dell’insegnamento del diritto processuale civile nella facoltà di Economia dell’Ateneo giuliano dal 1971 e nelle facoltà di Giurisprudenza del medesimo Ateneo e dell’Università di Sassari dal 1977. Nell'ateneo triestino  Tommaseo ha inoltre svolto la docenza in Diritto processuale civile nella facoltà di Giurisprudenza: facoltà, di cui è stato altresì preside dal 1994 al 1999.

Un riconoscimento alla rilevanza scientifica degli studi. Tommaseo è stato insignito da parte del preside Troiano del titolo di Alumnus Praeclarus per "l’altissimo impegno che egli ha profuso al fine di promuovere, nei massimi ruoli istituzionali, la crescita e l’affermazione autorevole della facoltà di Giurisprudenza veronese, vedute la qualità e la rilevanza scientifica degli studi compiuti in tutti gli ambiti del diritto processuale civile, con particolare riguardo ai provvedimenti d’urgenza e all’estromissione dal giudizio, nonché ai profili processuali del diritto di famiglia e al diritto tavolare veduto l’apporto di incomparabile valore che egli ha offerto allo studio e all’insegnamento di queste materie nello Studium iuris veronese, quale promotore nel tempo di numerose ed apprezzate iniziative culturali e di proficui progetti di collaborazione tra la facoltà e la comunità veronese".