Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Lo spettacolo sulla Costituzione dell’Università è andato in scena all’Arsenale alla presenza del Presidente della Repubblica

Dopo i successi teatrali davanti ai veronesi è stato uno spettatore d’eccezione ad assistere allo spettacolo "L’Alba delle Libertà". La rappresentazione è stata l’omaggio dell’Università nella cerimonia ufficiale con cui Verona ha accolto il presidente Giorgio Napolitano.

L’opera vuole trasmettere alle nuove generazioni la passione dei nostri Costituenti, l’onestà intellettuale con cui essi furono capaci di superare le divisioni ideologiche e di proiettare l’Italia, dopo la tragica parentesi della guerra e della dittatura, verso il futuro. Conoscere la Costituzione significa sentirsi e sapersi italiani. Il progetto dello spettacolo è stato ideato per l’Università da Maria Fiorenza Coppari. I contenuti sono stati elaborati grazie alla collaborazione di docenti e studenti dell’Ateneo. Testi e musiche sono di Marco Ongaro. Lo spettacolo ha debuttato nel 2009 con l’Adesione e la medaglia della Presidenza della Repubblica ed è stato quest’anno proposto agli studenti veronesi e alla comunità quale contributo dell’Università alle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ne saranno interpreti gli studenti-attori “I ragazzi dell’Alba” e il Coro Alive.

 

Con “L’Alba delle Libertà” la Costituzione si propone in una veste nuova, con un’armoniosa e originale sequenza di musiche, filmati storici, reading ed azioni sceniche. L’Ateneo propone quest’anno lo spettacolo come evento delle celebrazioni dell’Unità d’Italia, in sintonia con l’orientamento espresso anche da una recente indagine di Repubblica.it: la parola scelta da oltre 100mila lettori per identificare il concetto dell’unità non è tricolore e neppure resistenza, ma Costituzione. L’ “Alba delle Libertà” è un progetto culturale e artistico presentato per la prima volta  nel novembre 2009 che si inserisce nell’ambito delle attività proprie della missione stessa dell’Ateneo: promuovere la formazione intellettuale dei cittadini attraverso la trasmissione del sapere e lo sviluppo del senso etico. L’etica pubblica, in particolare, intesa come la capacità di individui, gruppi e comunità nel conformarsi a principi e regole che perseguono il bene pubblico, è un tema cruciale nella vita di ogni persona ed è condizione essenziale per il futuro di una nazione.