È attivo UniVerSe, il nuovo portale per la ricerca bibliotecaria

Durante la presentazione sono intervenuti molti collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione del portale

L'università di Verona è la prima in Italia a possedere un portale innovativo per la consultazione bibliotecaria. Accanto all'ateneo risuonano nomi internazionali come la British library, la Oxford University e la Freie Universität di Berlino. UniVerSe, sigla che sta per University of Verona Search, permette agli utenti di entrare negli archivi delle biblioteche universitarie per effettuare ricerche nei periodici elettronici, nelle banche dati e negli e-book. La presentazione del nuovo portale si è svolta alla presenza di numerosi studenti e ha visto l'intervento di tutti coloro che hanno partecipato alla sua realizzazione.

Con UniVerSe bastano pochi e semplici passi per entrare negli archivi. L'università di Verona è la prima in Italia a possedere un sistema per la ricerca e il recupero dei materiali cartacei ed elettronici custoditi negli archivi online. Nato sulla scia di importanti esempi internazionali, quali la British library, la Oxford University e la Freie Universität di Berlino, UniVerSe si appresta a rivoluzionare le modalità di interrogazione delle fonti, digitali e cartacee, delle biblioteche d'ateneo. UniVerSe permette non solo la ricerca di documenti ma anche l'accesso diretto ai testi completi digitalizzati delle biblioteche universitarie, la Frinzi e la Meneghetti, e dipartimentali. “Il nostro ateneo ha un patrimonio librario enorme, coltivato nel tempo. Ma aveva bisogno di essere modernizzato dal punto di vista dell'accesso” ha spiegato Bettina Campedelli, prorettore dell'università, durante la presentazione ufficiale del nuovo portale. Sono intervenuti, a fianco del prorettore, Daniela Brunelli, direttrice della biblioteca Frinzi, Annamaria Prati, responsabile del sistema automazione delle biblioteche di ateneo, Liliana Morotti, general manager di Ex libris Italy, ditta che fornisce il programma Aleph per il catalogo collettivo di Ateneo, Fabrizio Bertoli, direttore della biblioteca Meneghetti e Marianna Gemma Brenzoni, project manager di UniVerSe. “Il progetto è il risultato di una collaborazione stretta e continua tra il personale delle biblioteche centralizzate e di quelle dipartimentali – ha spiegato Brunelli che ha aggiunto – Gli utenti dell'ateneo troveranno un ambiente semplice e intuitivo, in linea con le attuali tendenze del web. Tutto in conformità con le esigenze delle biblioteche accademiche e in vista delle trasformazioni future”.

Un programma facile da usare. UniVerSe si trova sulle pagine web delle biblioteche all'indirizzo http://universe.univr.it. La ricerca è semplice e veloce grazie a un interfaccia intuitiva che permette, digitando uno o più termini nell'apposito box, di interrogare l'Opac, le risorse online e Primo Central, un indice che contiene centinaia di milioni di informazioni bibliografiche. I risultati vengono presentai in un unico elenco che è possibile ordinare, filtrare o espandere in base alle proprie esigenze. Un ulteriore aspetto rilevante per gli utenti è la semplificazione delle modalità di accesso personalizzato: coloro che si identificheranno nell'accedere a UniVerSe saranno automaticamente identificati anche all'Opac online e viceversa, senza dover effettuare due volte la medesima operazione.