Studenti in un'aula universitaria

Orientamento, tutorato, stage e tirocini per un ateneo a misura di studente

Si sono aperte mercoledì 21 luglio le iscrizioni all’Università di Verona. L’offerta formativa si articola in 8 facoltà, più di 60 i corsi di laurea attivi nell’anno accademico 2010/2011 insieme a master, corsi di perfezionamento e scuole di dottorato. Numeri importanti che confermano il costante e progressivo sviluppo dell’Università di Verona che negli ultimi anniè salda nell’elenco dei grandi atenei (da 20 a 40 mila iscritti).

Offerta formativa e servizio orientamento. Chi si appresta ad intraprendere un percorso universitario potrà scegliere tra 39 corsi di laurea triennale; 3 corsi di laurea a ciclo unico (Giurisprudenza, Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentale). Ad aggiungersi alla scelta formativa di base sono presenti anche 23 corsi di laurea magistrale della durata di 2 anni. Negli spazi del chiostro San Francesco è presente un punto di accoglienza per agevolare coloro che si avvicinano per la prima volta alla realtà universitaria. Il servizio osserverà i seguenti orari: dal 19 luglio all’10 settembre dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; dal 13 al 30 settembre il lunedì e venerdì dalle  9 alle 13, il martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 16.30 , mercoledì e giovedì dalle 9 alle 16,30 e il lunedì e venerdì dalle 9 alle 13. Sono previste otto postazioni – una per ogni facoltà – dove le future matricole potranno incontrare tutor laureati e studenti senior in grado di fornire tutte le risposte relative al piano di studi dei singoli corsi, ai servizi per gli studenti e al disbrigo di pratiche burocratiche.

 Una scelta importante. Tra le richieste più significative di matricole e famiglie vi è certamente quella di trovare una buona occupazione successiva al percorso universitario scelto. L’Università di Verona, in questo settore, è riconosciuta tra i migliori e più efficaci atenei d’Italia in tema di occupazione post lauream. A confermarlo è l’indagine di Almalaurea riferita all’anno 2008: 66 neolaureati su 100 lavorano ad un anno di stanza dalla laurea. Un dato ben più alto della media nazionale che è al 46%. Molto attivo è anche il servizio di Orientamento al lavoro, nel 2009 sono stati avviati oltre 1600 stage e più di 2400 tirocini. Verona si dimostra un ateneo all’avanguardia anche nell’ ausilio informatico alla didattica. Già da due anni è infatti attiva, in collaborazione con Edulife, una piattaforma multimediale di E-learning, un servizio di apprendimento a distanza da cui è possibile scaricare i materiali didattici in formato digitale e assistere a lezioni in videoconferenza. Ulteriore punto di forza è l’internazionalizzazione. La mobilità studentesca in uscita per l’a.a. 2008/2009 ha riguardato 347 studenti assegnatari di borsa di mobilità finanziata dall’Unione Europea. Il programma Erasmus coinvolge 228 Università partner appartenenti a 25 Paesi europei e 139 docenti coordinatori. Verona sostiene azioni di promozione e incentivazione rispetto alla mobilità internazionale attraverso i programmi Worldwide Study: per l’anno 2010/2011 sono state bandite 26 borse verso 13 Università extra-europee.

Come iscriversi all’Università di Verona. È possibile iscriversi all’Università di Verona collegandosi all'apposito “Immatricolazioni a.a. 2010/2011” si può scegliere il corso ad accesso libero o ad accesso programmato a cui si è interessati, seguendo una semplice procedura online. Completata la pre-immatricolazione verrà stampato un foglio riepilogativo dei dati personali dello studente e un modulo per il versamento della prima rata per le tasse universitarie. Per perfezionare l’iscrizione, lo studente dovrà recarsi all’Ufficio Immatricolazioni nel chiostro San Francesco con la ricevuta di pagamento della banca, i moduli stampati riportanti le informazioni dello studente, una fototessera, un documento di riconoscimento e il codice fiscale. Stesso link per gli studenti che devono sostenere il test di ammissione. Una volta inseriti i dati sarà possibile scegliere uno o più test e stampare i relativi bollettini di pagamento per partecipare al concorso. Superato il test di ammissione, lo studente  dovrà stampare dal sito internet il bollettino per il pagamento della prima rata e recarsi all’Ufficio Immatricolazioni dopo aver effettuato il versamento e comunque entro la data di immatricolazione prevista nel bando.