Un momento dello spettacolo

Ha debuttato sabato 28 novembre al Teatro Nuovo di Verona l’Alba delle Libertà

Gran successo di pubblico per la prima rappresentazione de L’Alba delle Libertà spettacolo tetrale musicale sulla Costituzione. Al Teatro Nuovo di Verona sono andati in scena Marco Ongaro, Daria Anfelli, Mario Monopoli e i ragazzi e le ragazze dell’ateneo e del corso di recitazione della Fondazione Atlantide Teatro Stabile.


Lo spettacolo diretto da Paolo Valerio ha riproposto a teatro i valori e i princìpi fondativi della nostra Carta costituzionale. Di grande effetto sul pubblico il volantinaggio degli articoli costituzionali: nero su bianco in fogli di carta, una cascata di fogli che dal loggione è volata sulla platea quasi a volerci ricordare l’effetto e gli ideali della libertà che permeano l’intero contenuto della nostra Carta.

Marco Ongaro ha proposto alcuni pezzi musicali dal vivo, su tutti “Per la Libertà” trasposizione in voce, chitarra e armonica delle 27 libertà che Guido Gonella propose nel 1946 quali cardini della nascente Carta costituzionale. 

Il progetto de “L’Alba delle Libertà”, frutto di una proficua sinergia tra Università di Verona e Fondazione Cattolica Assicurazioni, è stato ideato per fornire agli studenti ed ai docenti uno strumento didattico innovativo per lo studio della Costituzione e l’idea iniziale di teatro didattico è apparsa pienamente raggiunta quando a spettacolo in corso il pubblico ha più volte risposto alle richieste di interazione proposte da Mario Monopoli alias “il Re” e Daria Anfelli nella parte attoriale del fool ,giullare Shakesperiano.