L’assicurazione della qualità. Esperienze e confronti

Ne parlerà il presidente dell’Anvur, Paolo Miccoli, giovedì 21 giugno nella sala verde di Ca’ Vignal

“L’assicurazione della qualità. Esperienze e confronti”. Giovedì 21 giugno il presidente dell’Anvur, Paolo Miccoli, sarà ospite in ateneo per un incontro, aperto a tutta la comunità, per approfondire le tematiche legate all’assicurazione della qualità e all’accreditamento periodico delle università.

L’incontro si terrà nella sala verde di Ca’ Vignal, dalle 11.15 e sarà aperto dai saluti del rettore, Nicola Sartor, e del professor Miccoli.

Seguiranno gli interventi di Alessio Ancaiani, dirigente dell’Area valutazione delle università dell’Anvur, della professoressa Luisa Saiani, ordinario di Scienze infermieristiche e componente del Nucleo di valutazione del nostro ateneo, di Laura Adami, studentessa e componente della Commissione paritetica del dipartimento di Scienze umane e di Davide Turi, presidente del Consiglio degli studenti. Seguirà un dibattito.

Per iscriversi al workshop è necessario compilare il seguente form: Modulo di iscrizione

La giornata si inserisce nel percorso che porterà alla visita di una Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) Anvur, che sarà presente in ateneo dal 3 al 7 dicembre 2018. La CEV verificherà i requisiti di qualità della sede, dei corsi di studio e dei dipartimenti.

In generale, l’avvio del processo di accreditamento consentirà al nostro sistema universitario nazionale di allinearsi alle “Standards and Guidelines for Quality Assurance in the European Higher Education Area (ESG)” introdotte dal Consiglio dei ministri europei responsabili dell’Istruzione Superiore di Bergen del 2005. Per il nostro Ateneo, la visita è un’occasione positiva di reale e non solo formale miglioramento che ci consentirà di essere riconosciuti come un “luogo di qualità”. Oltre ai corsi di laurea e ai dipartimenti indicati, l’ateneo sarà valutato nel suo complesso funzionamento: dalla definizione strategica, all’attuazione delle politiche, alla strutturazione del sistema di assicurazione della qualità, al funzionamento dei servizi di supporto alla didattica e alla ricerca. Il risultato positivo di accreditamento è, dunque, un traguardo importante per la nostra università.