Proseguono le visite virtuali al Museo dell’Informatica

Da marzo a maggio quasi 200 studenti delle scuole superiori hanno partecipato alle visite guidate virtuali

In attesa di poter tornare alle visite in presenza, a seguito del successo riscontrato nei primi mesi del lockdown, il Museo dell’Informatica rende permanenti le visite guidate virtuali e gratuite.

La proposta, adeguata ai programmi scolastici in tempi di emergenza sanitaria, ha attirato, tra marzo e maggio, dunque in pieno lockdown, quasi 200 studenti di scuole secondarie di secondo grado di Verona e Padova. Un numero considerevole che ha spinto il Museo ad acquistare nuove apparecchiature ad hoc grazie alle quali verranno integrati i contenuti multimediali delle guide virtuali con foto e video del notevole materiale storico recentemente ricevuto in donazione.

Il percorso guidato all’interno del Museo, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, dura 50 minuti e offre l’opportunità di attivare laboratori didattici, sempre a distanza, come quello di programmazione.

Per prenotare la propria visita, rivolgersi al curatore del Museo, Marco Cristianini, scrivendo all’indirizzo marco.cristanini@univr.it

Il Museo dell’Informatica, posto all’interno del dipartimento, in strada Le Grazie 15, rappresenta un unicum sul territorio scaligero: articolato su tre piani, espone oltre 150 antichi manufatti e risorse di studio – manuali, libri, riviste – che hanno scandito l’evoluzione tecnologica a partire dalla seconda metà del secolo scorso.