Paolo Braguzzi è il laureato dell’anno in Economia

Già studente dell’ateneo scaligero, l'amministratore delegato di Davines vince il titolo “Una carriera eccellente” assegnato da Alvec

È Paolo Braguzzi, amministratore delegato di Davines e già studente del nostro, il “Laureato dell’anno 2019 – Una carriera eccellente”. La premiazione si è tenuta martedì 16 ottobre al polo Santa Marta.

Nata nel 2001 da un’idea dell’Alvec, l’associazione dei laureati dell’Area economica dell’università di Verona, dal 2014 il “Laureato dell’anno” è diventata un’iniziativa comune dell’ateneo e dell’associazione. La premiazione è inserita nell’ambito di “Univerò, il Festival del placement” in programma dal 15 al 17 ottobre.

Paolo Braguzzi, laureatosi nel 1985, è dal 2004 amministratore delegato e direttore generale di Davines spa, gruppo multinazionale italiano con sede a Parma e filiali negli Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Messico, Olanda e Hong Kong. Il Gruppo è attivo con i suoi marchi Davines e Comfort zone nell’industria professionale della bellezza.

In precedenza, è stato CEO e managing director del Gruppo Pompea e ha operato per quasi quindici anni in Wella Italia, esordendo come junior product manager nel 1988, occupandosi successivamente di marketing, poi di direzione commerciale e assumendo infine la carica di amministratore delegato e direttore generale della consociata italiana del gruppo Wella.

Nell’albo d’oro dei “laureati dell’anno“, Paolo Braguzzi si affianca a otto imprenditori (Giuseppe Dal Cortivo, Alberto Bauli, Sandro Veronesi, Bruno Veronesi, Sergio Cielo, Ilaria Vescovi, Giovanni Podini e Andrea Dusi), quattro manager di imprese private (Giancarlo Battisti, Enrico Frizzera, Karl Heinz Salzuburger e Marisa Golo), due manager di enti pubblici (Renzo Caramaschi e Federico Testa), due docenti universitari (Dario Olivieri e Nicola Pavoni) e a un rappresentante delle Istituzioni (Alberto Giorgetti).

Dopo la premiazione, Braguzzi ha presentato il suo percorso professionale.  “Essere manager” è il titolo del suo intervento, rivolto in particolare ai giovani laureandi e neolaureati.