Concluse le attività di EX_Change

Il laboratorio è stato avviato nel 2015 da Laura Calafà, docente di Diritto del lavoro

Si sono concluse, mercoledì 19 giugno, negli spazi del “Mambo”, il Museo d’arte moderna di Bologna, le attività di ricerca e didattica post laurea di “EX_Change”. Avviato nel 2015 da Laura Calafà, docente di Diritto del lavoro dell’ateneo scaligero, il progetto vede il supporto del dipartimento di Scienze giuridiche e di oltre trenta amministrazioni pubbliche.

Le attività di ricerca, dedicate al perfezionamento del profilo del Consigliere di fiducia, riprenderanno nell’anno accademico  2019-2020. Le pubbliche amministrazioni partecipanti all’iniziativa ne hanno garantito il supporto perché è sempre attuale l’interesse per le varie formule organizzative di ascolto qualificato del personale nella pubblica amministrazione.

Hanno partecipato alla giornata rappresentanti di enti pubblici di ogni tipo (dagli enti di ricerca come Inaf, l’Istituto nazionale di astrofisica, al Ministero della Difesa, alle università di Bologna, Trento, Pisa, Verona, con la presidente del Cug, oltre a numerosi enti locali e regionali e strutture della sanità). L’evento è stato organizzato con il supporto della Rete nazionale dei Comitati unici di garanzia e del Comune di Bologna e della Città metropolitana che hanno garantito l’ospitalità. Gli interventi, in materia di benessere e valutazione nella Pubblica amministrazione e di innovazione e smart working, erano a cura di Gabriella Nicosia dell’università di Catania, Carla Spinelli dell’università di Bari e Antonella Ninci coordinatrice della Rete nazionale dei Comitati unici di garanzia.