Serata conclusiva di “Teatro a rotelle”

Il 5 giugno, al polo Zanotto, spettacolo teatrale “Il mio nome è Osvaldo”

Torna “Teatro a rotelle”, iniziativa promossa dai Servizi alla disabilità e Dsa xper favorire l’inclusione tra gli studenti disabili d’ateneo: lo spettacolo “Il mio nome è Osvaldo” andrà in scena mercoledì 5 giugno alle 17.30, nell’aula magna del polo Zanotto, con la regia di Nicoletta Vicentini e Jana Karsaiova. La rappresentazione teatrale chiude il ciclo “Stranalandia, teatro e inclusione”, organizzato dal nostro ateneo. 

Lo spettacolo è una rielaborazione del romanzo “Stranalandia” di Stefano Benni e racconta le avventure di due scienziati, Achilles Kunbertus e Stephen Lupus, scampati a un naufragio su un’isola popolata da misteriose creature, che li spingono ad interrogarsi sulla nostra civiltà.  Attraverso le riflessioni e le esperienze di queste creature il pubblico potrà guardare la società da un’angolatura diversa e divertente.

“Teatro a rotelle” è un’iniziativa dell’ateneo nata nel 2017 grazie alla volontà e all’impegno dei Servizi alla disabilità e Dsa, che ha raccolto sempre più successo. Aperto a tutti, “Teatro a rotelle” ha permesso a tanti di provare nuove esperienze e relazionarsi con un mondo affascinante come quello del teatro.