Michelangelo Pistoletto in ateneo

L’artista presenterà il suo nuovo libro il 23 marzo al Polo Zanotto

Michelangelo Pistoletto, uno dei massimi esponenti dell’arte povera, farà tappa in ateneo. Il 23 marzo, alle 15.30, nell’aula 1.1 del Polo Zanotto, l’artista presenterà il suo nuovo libro “Ominiteismo e demopraxia”. Pistoletto è uno dei maggiori artisti viventi, ha ricevuto un Leone d’oro alla carriera alla Biennale di Venezia nel 2003, è stato ospitato con una mostra personale al Louvre nel 2013 e la sua installazione “Terzo paradiso” è stata collocata al centro dell’Arena di Verona nel 2016.

Con l’artista interverranno anche Gian Paolo Romagnani, direttore del dipartimento di Culture e civiltà, Roberto Pasini, docente di Storia dell’arte contemporanea, Paolo Mozzo e Fortunato D’Amico,  rappresentanti  di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto. L’evento, realizzato in collaborazione con l’associazione Artantide e aperto al pubblico, sarà l’occasione per conoscere uno degli artisti più noti del Novecento.