A novembre ripartiranno le attività dell'associazione che si occupa di cultura francese e francofona

A novembre ripartiranno le attività dell’Associazione universitaria francofona di Verona.  Dopo il professor Lauro Colliard e la professoressa Annarosa Poli, figura di spicco della vita culturale veronese, la presidenza è ora affidata a Laura Colombo, docente di Letteratura francese in ateneo mentre la carica di vice presidente è stata conferita a Liliana Zara. Da quarant’anni l’associazione offre un'occasione di incontro e confronto a livello linguistico, letterario, culturale e didattico, intorno alla cultura francese e francofona.

Nel prossimo anno, l’associazione intende proseguire e sviluppare le proprie attività, a partire dai suoi “Salotti”, conferenze tenute in sedi prestigiose. Tra queste la sala congressi della Banca popolare di Verona, il Piccolo Teatro di Giulietta e l’Accademia filarmonica, dove interverranno eminenti studiosi e specialisti italiani e francesi, in un’atmosfera conviviale e di alta divulgazione. La partecipazione e il sostegno a importanti manifestazioni, la collaborazione con le istituzioni del territorio veronese e le rappresentanze ufficiali della repubblica francese in Italia e l’organizzazione di viaggi, visite culturali e altri momenti di aggregazione, completano il panorama delle attività dell’associazione. I giovani sotto i 28 anni avranno diritto a una riduzione del 40% sulla quota di iscrizione.

L’iscrizione all’associazione, inoltre, offre il diritto a partecipare a un’altra attività statutaria, Le Cercle du français, che prevede, con un minimo supplemento, cicli di lezioni e incontri, divisi in vari livelli e tenuti da madrelingua qualificati, che consentiranno ai soci di ampliare le loro competenze grammaticali, lessicali, comunicative e socio-culturali. L’invito è rivolto in particolare a studenti desiderosi di approfondire le loro conoscenze, in aggiunta ai corsi curricolari scolastici e universitari, professionisti e operatori del mondo del lavoro in contatto con esponenti della società francese e francofona.

27.10.2016