Phd day di Scienze Umanistiche

Mercoledì 21 settembre nell’aula T1 del Polo Zanotto. Ospite Philippe Desan dell’Università di Chicago

Mercoledì 21 settembre nell’aula T1 del Polo Zanotto si terrà il PhD day della Scuola di dottorato in Scienze umanistiche. Sarà un’occasione per accogliere i nuovi dottorandi e per presentare le attività dell’anno accademico 2016/2017. Durante la giornata saranno protagonisti anche i 51 dottorandi della scuola che esporranno i poster dei propri lavori e delle proprie ricerche. A chiudere la giornata alle 17 sarà la lectio magistralis “Montaigne’s Essays: a book consubstantial with their author” di Philippe Desan.

“Il Phd day  è l’appuntamento annuale che riunisce tutti i dottorandi della Scuola per un momento di verifica e di progettazione – spiega Arnaldo Soldani direttore della scuola di dottorato in Scienze umanistiche-. In questa occasione saranno presentati i poster in cui i dottorandi esporranno lo stato di avanzamento della loro ricerca: un momento utile per capire quali siano le linee scientifiche principali in cui si muovono i nostri dottorati. Ma, soprattutto, il PhD Day vuole essere un’occasione di incontro e di conoscenza tra i dottorandi dei diversi Corsi e dei diversi cicli: un giorno in cui confrontarsi sui propri progetti e le proprie aspirazioni”.

Philippe Desan è professore di letteratura francese e di storia della Cultura all’Università di Chicago dal 1984. Nato in Francia, ha ottenuto un PhD negli Stati Uniti dove lavora dagli anni ‘80. Ė attualmente uno dei più eminenti specialisti mondiali di Michel de Montaigne al quale ha consacrato numerosi volumi. Tra i più recenti l’importante biografia : Montaigne. Une biographie politique (Paris: Odile Jacob, 2014), ora tradotto in Montaigne. A political Biography (Princeton: Princeton University Press, 2016) eThe Oxford Handbook of Montaigne (New York: Oxford University Press, 2016). Ha curato inoltre i volumi: Scepticisme et pensée morale de Michel de Montaigne à Stanley Cavell, Paris: Hermann, 2016) ; Le Texte en scène. Littérature, théâtre et théâtralité à la Renaissance, (Paris: Classiques Garnier, 2016, volume PRIN) e Montaigne à l'étranger: voyages avérés, possibles et imaginés, editor (Paris: Classiques Garnier, 2016). Ha diretto l’importante Dictionnaire de Michel de Montaigne(Paris: H. Champion, 2004, ried. 2007) e un volume sui ritratti del grande autore del Cinquecento francese : Portraits à l’essai: Iconographie de Montaigne (Paris: H. Champion, 2007). Dal 1988, dirige la più importante rivista di studi su Montaigne : Montaigne Studies. E’ attualmente visiting presso l’Università degli studi di Padova. E’ stato visiting presso importanti Università italiane e straniere e dirige la sede parigina dell’ Università di Chicago (University of Chicago Center in Paris). Possiede una delle  più importanti collezioni di cinquecentine di Montaigne (cfr. Bibliotheca Desaniana. Catalogue Montaigne (Paris: Classiques Garnier, 2011). Nel 2015 ha ricevuto il Grand Prix de l'Académie Françaisesur  le rayonnement de la langue et littérature française  e il Prix de l'Académie des Sciences Morales et Politiques per la biografia  Montaigne. Une biographie politique . Collabora al PRIN diretto da Rosanna Gorris Camos (« Costituzione del Corpus del Teatro francese del Rinascimento »).

16/09/2016