Bimbi e bimbe in ufficio

Il 9 giugno iniziativa del Cug per favorire la conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare

Un pomeriggio alla scoperta del lavoro di mamma e papà. È l’opportunità che l’università di Verona ha deciso di riservare, giovedì 9 giugno, ai figli dei dipendenti per favorire la conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare. Grazie all’iniziativa del Cug, Comitato unico di garanzia dell’ateneo, circa 50 bambini e bambine entreranno negli uffici e negli studi dei propri genitori per scoprire meglio in cosa consiste il loro lavoro, per conoscerne i colleghi e condividere momenti di gioco e di attività organizzate appositamente per la giornata.

Grazie all’impegno del Cug, per il primo anno l’ateneo di Verona aderisce all’iniziativa nazionale Bimbi e bimbe in ufficio promossa dal Corriere della Sera – Corriere Economia in collaborazione con La Stampa. Sono già oltre 200 gli enti e le aziende italiane che aderiscono, con lo scopo di mostrare ai piccoli dove i genitori passano tanto tempo quando sono lontani da casa.

L'appuntamento si apre alle 15, nel Chiostro di San Francesco per un saluto introduttivo. A seguire le visite al luogo di lavoro, per chi ha sede a Veronetta, e alcune visite guidate a Palazzo Giuliari, al Chiostro e al Palazzo di Lettere. Grazie alla collaborazione della Biblioteca Frinzi e della sezione di Scienze Motorie, dalle 16 alle 17.30 sono in programma attività diversificate in base all’età. Per i più piccoli, dai 3 ai 6 anni, nella sala Zanella della biblioteca Frinzi, si terrà la rappresentazione della fiaba “Il principe ranocchio” a cura di Marco Sacchetti del progetto Favolavà. I bambini dai 6 agli 11 anni andranno, invece, alla caccia del tesoro in biblioteca Frinzi, mentre i più grandi potranno partecipare alle attività motorie nel prato della mensa San Francesco. La giornata si concluderà alle 17.30 con una merenda nel Chiostro.

6.06.2016