Domenica 14 giugno 55 km in bici tra le centrali storiche dell’Adda e il Naviglio Martesana

Un itinerario in bicicletta lungo l'Adda e il Naviglio Martesana, nei luoghi storici del patrimonio industriale per la produzione di energia rinnovabile. Questo il programma di domenica 14 giugno per la sesta edizione di EnerGita, organizzato dall’università, Federazione italiana amici della bicicletta e Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale. “Energia per la vita” è il motto della sesta edizione di EnerGita, un evento del cartellone UniVeronaXExpo, che da cinque anni sostiene la bicicletta come mezzo per raggiungere i luoghi della produzione delle energie rinnovabili, parchi eolici, impianti a biomassa e centrali idroelettriche.  

L’appuntamento. Alle 7.30 allo stadio Bentegodi da dove si partirà con il pullman dopo aver caricato le biciclette. Alle 10 partenza in bicicletta da Paderno d’Adda, direzione Trezzo d’Adda, verso il villaggio industriale Crespi d’Adda. Dopo la pausa pranzo si proseguirà verso Milano passando da Cassano d’Adda. Alle 20 previsto l’arrivo a Verona.  

EnerGita. La scorsa manifestazione di EnerGita si è articolata nella provincia veronese, lungo le canalizzazioni storiche di derivazione atesina per la generazione di energia idroelettrica che, con i relativi manufatti di produzione, furono il motore della modernità e che ancora oggi rappresentano le testimonianze di un patrimonio storico culturale da conoscere e valorizzare. Con questa sesta edizione si andrà in Lombardia per vistare le più antiche e monumentali centrali idroelettriche alimentate dalle acque derivate dall’Adda, dove, già nel Cinquecento, Leonardo da Vinci compì importanti studi di impiantistica idraulica. Queste opere per la gestione delle acque, che vennero realizzate lungo l’Adda a partire dal Cinquecento con la collaborazione di Leonardo da Vinci e nell'Ottocento da ingegneri quali Paolo Milani ed Enrico Carli, che operarono successivamente a Verona, sono casi esemplari di infrastrutture ancora in opera, eccezionali vie navigabili, risorse energetiche ed architetture di grande pregio storico e tecnico, canalizzazioni storiche e centrali idroelettriche sono simbolo di un'antica ed ineguagliabile lungimiranza del genio umano nell'impiegare il fl­uire dell'acqua per migliorare la qualità della vita. Con analoga attenzione e rispetto per l'ambiente dovremmo gestire le risorse naturali valorizzando le fonti rinnovabili, per garantire disponibilità energetica anche alle generazioni future.

Per info iscrizioni sede@amicidellabicicletta.it, tel. 045 800 4443. Quota di partecipazione euro 20 per viaggio in autobus e guida della Pro Loco di Cornate d'Adda per le centrali. Accompagnatore: Marco Passigato marco.passigato@univr.it. Maggiori informazioni

Ascolta l’intervista a Marco Passigato realizzata dalla redazione di FuoriAulaNetwork