Malattie virali: premio "Cioffrese" per giovani medici e ricercatori

Candidature aperte fino al 20 luglio per laureati in discipline legate al mondo della salute

Malattie virali e onncologiche sono argomenti sempre più in auge nella società contemporanea e, in tal senso, è fondamentale l’apporto di medici e ricercatori nell’analisi delle cause e nell’individuazione delle soluzioni. A questo proposito la Fondazione Carlo Erba intende premiare le migliori ricerche nei due ambiti, che possono diventare la base di programmi futuri, eseguite da giovani laureati in Medicina e chirurgia, Scienze biologiche, Farmacia, Chimica e tecnologia farmaceutiche, Chimica e molte altre discipline biomediche. I candidati ammessi non devono aver compiuto i 32 anni in data 31 dicembre 2015. Il premio è finanziato dal fondo lasciato da Cecilia Cioffrese, la quale ha incaricato la Fondazione dell’amministrazione della sua donazione.

I dettagli. I candidati devono presentare il proprio programma di ricerca entro il 20 luglio e documentare in modo specifico i risultati degli studi svolti, in modo particolare in istituti italiani, dimostrando l’esperienza già acquisita con pubblicazioni su riviste internazionali qualificate. Alla domanda devono essere allegati, in formato elettronico, una copia del curriculum vitae et studiorum e una copia del programma di ricerca proposto. È facoltativo allegare una copia delle pubblicazioni che il candidato ritiene qualificante ai fini del premio, del valore di 5.000 euro lordi, che sarà assegnato entro il 31 dicembre.

La commissione per l’assegnazione del premio è composta da sei rappresentanti del mondo della scienza, nominati dal consiglio d’amministrazione della Fondazione Carlo Erba.

4.5.2015

Allegati