In ascolto di storie indicibili

Presentati i risultati del progetto Rima su abuso e sfruttamento sessuale di minori

“In ascolto di storie indicibili” è il titolo del convegno che si è tenuto martedì 14 ottobre al nell’Auditorium del Banco Popolare. L’evento è stato organizzato per presentare i risultati del progetto Rima, reti di intervento multidisciplinare contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale su minore, condotto sul territorio veronese.

Il convegno ha infatti concluso il progetto partito nel 2011 per individuare, sperimentare e promuovere nuove modalità di intervento per la presa in carico e la cura dei minori vittime di abuso e sfruttamento sessuale. Il lavoro, finanziato dal dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, è stato coordinato dalla cooperativa Codess Sociale. Tra gli attori della ricerca i dipartimenti Tesis e Scienze giuridiche dell’università di Verona, l’Ulss 20, l’Ulss 21 e il Centro il Faro.

Sono intervenuti Luca Omodei, direttore generale di Codess sociale, Maria Scudellari, responsabile unità operativa complessa Materno infantile età evolutiva e famiglia dell’Ulss 20 di Verona e Alessandra Cordiano, ricercatrice del dipartimento di Scienze giuridiche dell’università. Tra i relatori anche Claudio Foti, psicologo, psicoterapeuta e direttore scientifico del Centro Studi “Hansel e Gretel onlus” di Moncalieri e Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta e ricercatore, nomi noti a livello internazionale.

Ascolta il servizio audio con le interviste ai protagonisti del convegno realizzato dalla redazione di FuoriAulaNetwork.

 

15.10.2014