Il festival di Sanremo studiato dagli studenti

Focus Lettere. Il corso è proposto all’interno dell’insegnamento di Musicologia e storia della musica e sarà tenuto da Vincenzo Borghetti

Un corso sul festival di Sanremo dalle sue origini fino alle più recenti edizioni. Analizzare il Festival come parte di un contesto storico, per interrogarsi e comprendere come esso abbia contribuito e contribuisca a rispecchiare e definire le coordinate ideologiche, sociali e culturali dell’Italia repubblicana. Il corso sarà proposto nel primo semestre per l’insegnamento di Musicologia e storia della musica e sarà tenuto da Vincenzo Borghetti, docente di Musicologia e storia della musica del dipartimento di Filologia, letteratura e linguistica.

Perché un corso sul festival della canzone italiana? “Perché è un vero e proprio rito contemporaneo – spiega Borghetti – nessun’altra manifestazione canora è stata finora così longeva, nessuna ha scandito tutti gli anni della nostra storia dal 1951 ad oggi, come nessuna ha avuto una presenza sui media e un séguito paragonabili a quella di Sanremo. Per queste ragioni il festival costituisce non solo un ottimo punto di partenza per analizzare le specificità musicali della canzone italiana dagli anni ’50 ad oggi, ma anche un’occasione unica per riflettere su come e perché la canzone abbia contribuito ad articolare e definire le coordinate ideologiche, sociali, culturali dell’Italia repubblicana, oltre alle emozioni di chi il festival lo ha seguito, ascoltato, amato, oppure rifiutato”.

Il corso è diviso in due parti. La prima propone un excursus sulla storia del festival, indagato non solo come contenitore di canzoni, ma anche come fenomeno complesso, insieme musicale, performativo e mediatico. Sulla base di un approccio interdisciplinare e con la partecipazione diretta di esponenti del mondo della canzone, il corso focalizza l’attenzione su alcuni momenti specifici del festival: brani, performance, interpreti giudicati particolarmente rappresentativi. La seconda parte del corso avrà invece un’impostazione seminariale: gli studenti diventeranno protagonisti, e presenteranno relazioni su argomenti a loro scelta relativi al festival, per esempio un’edizione, una performance, un interprete, un genere musicale, e così via.

08/09/2014