un campo nelle zone terremotate

La facoltà di Scienze motorie cerca volontari per aiutare le popolazioni colpite dal sisma durante il periodo estivo

La solidarietà è una gara di squadra, un traguardo da raggiungere con l’aiuto di tutti. La facoltà di Scienze motorie dell’ateneo scaligero ha dato il suo massimo sostegno all’iniziativa promossa dal comitato provinciale del Coni di Modena a favore delle popolazioni colpite dal recente sisma in Emilia Romagna. Verranno raccolte candidature e disponibilità di volontari che aiuteranno con attività ludiche e sportive i più giovani durante il periodo estivo.

Sport e solidarietà. In attesa che gli aiuti economici possano portare sollievo alle zone colpite è giusto che i ragazzi e le loro famiglie riprendano al più presto a vivere una vita normale, ripartendo verso una serenità lontana da quelle terribili scosse che si susseguono giorno dopo giorno. I valori dello sport saranno indispensabili ruote motrici capaci di far ripartire le persone, soprattutto i ragazzi. Scienze motorie si occuperà di raccogliere le disponibilità per i mesi di luglio, agosto e settembre. Durante queste settimane saranno organizzate dal Coni attività educative, didattiche,  di gioco e sport a favore dei ragazzi e delle loro famiglie. “Per un aiuto concreto – ha affermato il rettore Alessandro Mazzucco –  l’invito che rivolgo a tutti voi è quello di fornire la vostra generosa disponibilità ad operare in qualità di volontari, durante il periodo estivo, in favore delle popolazioni colpite”.

Con la collaborazione del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, l’ateneo si impegna a garantire una formazione minima di base in tema di sicurezza all’operatività nei luoghi colpiti dal sisma a tutti i volontari che aderiranno all’iniziativa.

Il modulo di adesione è scaricabile dal sito di Scienze motorie  e andrà inviato all’indirizzo univrperemilia@ateneo.univr.it