Edalab, molto più che semplice ricerca

Lo spin off nato nel 2007 si occupa della progettazione di sistemi embedded di rete

Walter Vendraminetto e Franco Fummi spiegano cos’è Edalab.



Ci potete raccontare in breve la storia di istituzione dello spin off?
Edalab s.r.l. nasce nel 2007 come spin-off del dipartimento di Informatica, nell’evidenza che il mercato – in modo trasversale ai vari settori produttivi – richiedesse figure in grado di attuare, nel concreto, l’innovazione tecnologica tanto desiderata e nello stesso tempo e per altri motivi anche temuta. Dal 2001 i soci fondatori di Edalab sono attivamente coinvolti in progetti di ricerca avanzata nel campo della modellazione e della progettazione dei sistemi embedded di rete. La decisione di fondare l’azienda è maturata per una serie di fattori, tra cui la grande esperienza nella gestione di grandi progetti europei, la crescente competenza in tecnologie innovative disponibili ed una grande richiesta dal mercato industriale dell’applicazione di tali tecnologie.


Quali sono le attività e gli obiettivi?
L’attività dell’azienda è focalizzata sulla progettazione di sistemi embedded di rete sia da un punto di vista di ricerca pura che da un punto di vista squisitamente produttivo. Far coesistere queste due anime fa parte della mission di Edalab che si pone come importante vettore di innovazione per i propri clienti. Per l’industria Edalab conduce progetti di varie dimensioni per lo sviluppo di sistemi embedded e software di rete finalizzati all’innovazione di processo e di prodotto e offre servizi di progettazione, dalla prototipazione alla produzione fino all’assistenza post produzione. Per quanto riguarda invece la ricerca, in Edalab questa è direttamente collegata alle attività del gruppo Esd (Electronic system design) che si concentra prevalentemente nella modellazione e nella verifica hardware e software dei sistemi embedded. Grazie a Edalab, con ottimi risultati sono stati realizzati strumenti di progettazione e librerie software per la simulazione ibrida hardware/software e la manipolazione di componenti da inserire nei flussi di progettazione di tali sistemi.


Come risponde lo spin off ai bisogni del territorio?
Edalab conduce progetti di varia natura e in modalità diverse, dalla pura consulenza per aziende, alla collaborazione in associazioni temporanee di aziende fino alla partecipazione diretta in progetti europei.


Quante persone vi stanno lavorando?
Edalab srl è una realtà aziendale del territorio veronese che risponde ad esigenze di innovazione tecnologica nel campo dei sistemi embedded di rete. Conta un organico di circa 15 persone tra soci, dipendenti e collaboratori esterni, accomunati dalla passione per l’informatica e le nuove tecnologie.

Avete ricevuto riconoscimenti per le vostre scoperte?
Fino ad ora i maggiori riconoscimenti nella ricerca sono l’attivazione di progetti europei in cui Edalab svolge ruolo attivo e coordinante, a dimostrazione dello spessore delle proprie conoscenze e capacità.

Quali invece le principali soddisfazioni?
A tre anni dalla fondazione è possibile fare un bilancio tra le difficoltà e le soddisfazioni. Tra gli obiettivi iniziali di un’azienda come Edalab vi è sicuramente la volontà di arrivare sul mercato con un’immagine solida e brillante, forte delle proprie conoscenze e spogliata di pregiudizi legati alla gioventù. I soci ritengono di esserci riusciti e che Edalab oggi sia una realtà presente ed affidabile. Da questo punto, il prossimo obiettivo è quello competere al meglio e di offrire servizi e prodotti in modo sempre più strutturato e efficiente. Ed essere i primi in questo.