La fondazione Pubblicità Progresso incontra i giovani di Verona

Una giornata per affrontare i temi del lavoro, delle aspettative e delle sfide per il futuro per dimostrare che, grazie ai giovani, un altro mondo è possibile

Quali sono le cose che contano, le preoccupazioni e le sfide, le speranza e i desideri dei giovani veronesi? Se ne parlerà martedì 25 maggio alle 10 nell’aula T3 del Polo Zanotto in un incontro promosso dalla Fondazione “Pubblicità e progresso” e dal corso di laurea in Scienze della comunicazione della facoltà di Lettere. Sui valori e le loro aspettative i ragazzi saranno invitati, in appositi spazi e con materiale che verrà messo a disposizione, ad esprimere i loro punti di vista, pensieri, riflessioni, suggerimenti, provocazioni.

Gli interventi. Nell'incontro di Verona sono previsti interventi e testimonianze di Stefano Zamagni, economista e presidente dell'agenzia per le onlus Rossella Sobrero, consigliere della Fondazione pubblicità progresso, Mario Magagnino, docente di Comunicazione d’Impresa all’università di Verona, Silvano Tommasoli, presidente dell’associazione laureati Scienze della comunicazione Verona, Francesco Morace, sociologo e presidente di Future concept lab, Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Microsoft Italia.

Pubblicità progresso. "Ci fa molto piacere poter incontrare i giovani di Verona e condividere con loro riflessioni e spunti sul loro futuro, che è quello dell'intera società" – ha dichiarato Alberto Contri, presidente di pubblicità progresso – "È una tappa importante delle iniziative che stiamo tenendo su tutto il territorio italiano con l'obiettivo di far crescere la consapevolezza della responsabilità sociale degli individui. E i giovani in questo ambizioso progetto sono fondamentali: non solo come cittadini di domani ma come soggetti attivi di oggi e come potenziali agenti di cambiamento. Uno dei temi che affronteremo, fra gli altri, è quello della comunicazione sociale di qualità, che è nella missione di Pubblicità Progresso: invitiamo i giovani a diventare ‘hunter’, osservando comportamenti, identificando nuovi linguaggi, proponendo nuove idee e nuovi strumenti anche per la comunicazione".

La ricerca. Tutti i pensieri e le riflessioni verranno poi raccolti, elaborati e valorizzati all'interno di una ricerca che indaga il rapporto fra i giovani e il futuro, il lavoro, la famiglia, la comunicazione. La ricerca, a cura dei corsisti del master in metodi qualitativi applicati all’indagine sociale e di marketing dell’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, sarà coordinata da esperti di Assirm, associazione tra istituti di ricerche di mercato. L’incontro sarà l’occasione anche per promuovere “On the move: il volto nuovo della comunicazione sociale”, concorso rivolto agli studenti universitari di tutta Italia, promosso dalla Fondazione pubblicità progresso. L'evento di Verona fa parte del progetto “On the move – I giovani per un futuro di valore: un percorso itinerante lungo tutto il territorio nazionale”, che si svolge sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica e che culminerà con la sesta conferenza internazionale della comunicazione sociale prevista a Milano per il 9 novembre. Per informazioni sulla giornata 045.8028030.