L'11 e il 12 maggio si sono tenute le elezioni degli studenti. Student Office ottiene il 46% dei voti

Conferma per la lista Student Office alle elezioni studentesche andate in scena la scorsa settimana. Student Office trionfa con il 46% delle preferenze e si ricoferma per il prossimo anno accademico rappresentante degli studenti nel consiglio di amministrazione di ateneo. Certamente non alta, ma in linea con gli atenei italiani, l'affluenza alle urne. Per il consiglio di amministrazione hanno votato 2.586 studenti su 23.036 aventi diritto: il quorum si è fermato al 11,23%. Alle spalle di Student Office è giunta la lista Udu-Dialogo e partecipazione, con 692 voti, quindi la lista Azione universitaria-Studenti per le libertà, con 332 voti, e infine Blocco Studentesco, con 112 preferenze. Anche per i consigli di amministrazione delle singole facoltà il quorum resta basso, non supera quasi mai il 10% eccezion fatta per la facoltà di Medicina e Chirurgia dove in alcuni seggi si è raggiunto il quorum del 30%. Soddisfatta Carlotta Cena , presidente uscente del consiglio degli studenti per la lista Student Office. "La scarsa affluenza alle urne non ci sorprende, anzi è andata bene se si considera che le elezioni sono state fatte in un periodo in cui le lezioni sono ormai giunte al termine e gli studenti ancora presenti nelle facoltà sono pochi. Per quanto riguarda i risultati ottenuti da Student Office, non possiamo che essere molto soddisfatti, il nostro lavoro nello scorso anno accademico è stato premiato". Tra le richieste delle liste studentesche alcuni temi comuni: iniziative per ridurre o calmierare, attraverso l'intervento dell'Esu, l'ente per il diritto allo studio, gli affitti universitari e più servizi per lo studio.

Consulta tutti i risultati