L'esterno della facoltà

Il 30 aprile a Scienze Motorie incontro con componenti della Fci e della commissione scientifica di GiroBio 2010

Verona capitale della lotta al doping. Soprattutto in una disciplina, il ciclismo, che più di tutte deve fare i conti con questa piaga.

L'appuntamento. Venerdì 30 aprile alle 12 si terrà alla Facoltà di Scienze Motorie di Verona (via Casorati 43) un incontro con componenti della Federazione ciclistica italiana e della Commissione Scientifica del GiroBio 2010 composta da Lugino Simonetto, Dario Broccardo e Franco Impellizzeri, che illustreranno l’esperienza del GiroBio 2009 e presenteranno il GiroBio 2010. Durante l’incontro alcuni studenti che hanno partecipato all’edizione 2009 esporranno la propria esperienza. In Giugno si svolgerà per il secondo anno il Giro d’Italia Dilettanti denominato GiroBio.

L'evento agonistico. Questo appuntamento rappresenta la seconda edizione di una iniziativa nazionale ed internazionale di corsa a tappe di ciclismo caratterizzata da rigide regole di comportamento e controllo. Per questo evento agonistico l’organizzatore e la Federazione Ciclistica Italiana hanno istituito un progetto scientifico che prevede il monitoraggio fisiologico, biochimico e percettivo di tutti i partecipanti. Visto l’ottimo supporto fornito durante il GiroBio 2009 dagli studenti della facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Verona (membra della Commissione Scientifica del GiroBio), la Federazione Ciclistica Italiana ha richiesto anche quest’anno la partnership della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Verona.

I numeri del progetto. Per la realizzazione del progetto la Federazione Ciclistica Italiana inserirà, come nel 2009, dei laureati o laureandi in Scienze Motorie tra gli operatori che collaboreranno allo studio per tutta la durata del Giro. Il loro compito sarà affiancare le squadre che parteciperanno alla corsa per quanto riguarda la raccolta dei dati (frequenze cardiache, potenza, questionari sulla fatica, diari nutrizionali, etc.). Parteciperanno e saranno oggetto dello studio tutte le squadre ciclistiche partecipanti che includono 20 squadre Italiane e 8 squadre straniere per un totale di 168 atleti.