Career day

Grande successo per la giornata dedicata all'incontro tra giovani e mondo del lavoro

Un'importante vetrina di incontro tra laureati e laureandi dell'Università di Verona e aziende. E' il Career day, che ha avuto il via ufficiale il 18 marzo con il taglio del nastro da parte del Prorettore Bettina Campedelli, del delegato del Rettore all’Orientamento al lavoro Alessandro Lai e del direttore di Esu Ardsu Gabriele Verza. L'iniziativa anche quest'anno si è dimostrata  Nel corso dell'intera giornata 1500 giovani hanno visitato i 22 stand. 

Career day un successo. “Queste iniziative permettono ai nostri studenti di entrare in contatto con il mondo del lavoro – ha spiegato Bettina Campedelli -. L’obiettivo del Career day è proprio quello di fornire a laureati e laureandi una panoramica sulle opportunità professionali dopo gli studi, cercando di agevolarne l’incontro con le aziende. L’iniziativa veronese vuole distinguersi come un progetto innovativo rispetto alle altre manifestazioni analoghe presenti in Italia. Le aziende, infatti, si avvicinano ai laureati direttamente negli spazi universitari.”.

Le aziende si ripresentano. “Grande entusiasmo anche da parte delle aziende che hanno deciso di partecipare all’iniziativa – ha spiegato Alessandro Lai – La maggioranza delle quali inoltre ha rinnovato la presenza al Career day dopo le positive esperienze della precedenti edizioni. È questo un segnale che offerta e domanda si incontrano.”

22 aziende, 1500 laureati e laureandi. Career Day, promosso dall’Ateneo di Verona – Ufficio Orientamento al Lavoro e da Esu Ardsu, azienda regionale per il diritto allo studio di Verona, ha offerto a 1500 tra laureati e laureandi dell’Ateneo la possibilità di incontrare direttamente i responsabili delle 22 aziende presenti, visitando l’area stand di ciascuna società. Migliaia i curriculum vitae consegnati, molto positivo anche il riscontro delle aziende che hanno aderito all’iniziativa. I referenti delle aziende erano infatti a disposizione per fornire informazioni sui profili professionali ricercati, sulle relative competenze e eventualmente per fare brevi colloqui conoscitivi.

 

Leggi le interviste agli studenti e alle aziende