Facoltà di Scienze

La Facoltà di Scienze ha ospitato un seminario dedicato alle ultime applicazioni Microsoft

Per scoprire tutti i segreti e per trovare una soluzione a problemi concreti delle nuove tecnologie di Microsoft la Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali ha promosso una giornata rivolta a tutti gli studenti di informatica sulle tecnologie Microsoft.Net .

Microsoft raggiunge gli studenti veronesi. Microsoft non finisce mai di stupire: nella giungla di nuovi programmi e sistemi informatici è stato inserito nel 2008 un nuovo ambiente di sviluppo, il Visual Studio 2008 che ha introdotto oltre 250 nuove funzionalità, buona parte delle quali dedicate allo sviluppo di applicazioni e servizi web di nuova generazione.
Nel corso dell’incontro l’esposizione è stata corredata da dimostrazioni dal vivo utilizzando il sistema di sviluppo Microsoft Visual Studio 2008. “Sono state svelate agli studenti le ultime applicazioni industriali di Windows” – ha spiegato il preside della facoltà Roberto Giacobazzi, senza anticipare alcuna sorpresa – “ma tutti gli strumenti utilizzati durante il seminario sono scaricabili gratuitamente in versione professionale sul sito www.dreamspark.com”.

Gli incontri della giornata. L’agenda è stata scandita da tre momenti distinti; il primo dalle 9 alle 11 promosso da Davide Luzzu dell’Academic Club dal titolo "Interfacce gragiche 3d" durante il quale è stato mostrato come le tecnologie Wpf (Windows Presentation Fundation) e Silverlight 3 permettano di creare applicazioni potenti e di grande impatto che offrono un ricco insieme di funzionalità e controlli semplici e intuitivi che agevolano l'integrazione di database, servizi Web e applicazioni internet avanzate.
Il secondo momento,  si è concentrato sulla prima e seconda sessione del Xna con Giuseppe Maggiore; Microsoft Xna è un insieme di strumenti per la progettazione, lo sviluppo e la gestione di software per videogiochi reso disponibile da Microsoft ed è stato mostrato come scrivere un gioco in Xna in 90 minuti. Roberto Freato si è occupato, infine, dello sviluppo mobile, che consiste nella spiegazione del modulo di base, dei contenuti essenziali della programmazione mobile in ambiente .Net .