La residenza Millennium

L'offerta abitativa 2009/2010

Sono 342 i posti letto che l’Esu Ardsu di Verona mette a disposizione degli studenti dell’Ateneo scaligero, dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio Musicale di Verona nell’anno accademico 2009/10.

La borsa di studio regionale. I posti letto sono assegnati annualmente con priorità agli studenti universitari “fuori sede” e titolari della borsa di studio regionale. Quest’ultima viene assegnata attraverso un concorso bandito ogni anno durante l’estate. A beneficiarne sono gli studenti che rientrano negli indicatori economici e di merito definiti nel bando. Una volta soddisfatti gli aventi diritto alla borsa di studio, i posti letto residui vengono assegnati ai non borsisti, con titolo di priorità a quelli già assegnatari nell’anno precedente.

 

Chi ha diritto agli alloggi. Lo studente “fuori sede”, titolare della borsa di studio, non paga nulla per l’utilizzo dell’alloggio il cui costo è coperto dalla borsa di studio regionale.

Poiché i posti letto messi a disposizione dell’Esu superano il numero di richieste fatte dagli studenti aventi diritto alla borsa di studio, l’azienda regionale accontenta anche gli universitari privi dei requisiti di reddito e merito. Inoltre, per ottimizzare l’offerta abitativa e soddisfare il maggior numero possibile di studenti l’Esu incarica l’Isu, l’unione internazionale degli studenti, della gestione del servizio “Cerco-offro alloggio”. Questo ai sensi della Legge Regionale 431 del 1998 che all’articolo 5 prevede per gli studenti universitari locazioni a canone calmierato.

L'offerta abitativa 2009/2010. Al 1° di ottobre scorso tutti i 227 studenti idonei e che hanno sottoscritto il contratto di locazione hanno trovato alloggio nelle residenze Esu.
Altri 38 alloggi sono stati poi assegnati a studenti che si sono rivolti all’Esu senza poter usufruire della borsa di studio. A loro è stata chiesta una locazione annua che dipende dalle tipologie di alloggio, ma che non supera i 2000 euro. Questo a dimostrazione del fatto che il servizio offerto dall’azienda è considerato dagli studenti più conveniente di quello a libero mercato. Nelle strutture Esu, dislocate in viale Venezia, via Nicola Mazza, via San Vitale, vicolo Campofiore e piazzale Scuro, tutte adiacenti alle cittadelle universitarie, trovano posto, per quest’anno accademico, anche 70 studenti che partecipano ai progetti di mobilità internazionale “Erasmus”. Inoltre, l’azienda offre alloggio anche a 7 docenti e dottorandi di ricerca che hanno fatto richiesta.

Il punto di vista del Presidente dell'Esu. “Siamo a disposizione delle esigenze dei ragazzi – ha detto il presidente dell’Esu Ardsu Samuele Campedelli – che scelgono Verona come contesto ideale per gli studi universitari. L’Esu pone al centro della propria attività la qualità della vita dello studente, perché crediamo che il buon inserimento nel contesto sociale di cui è partecipe agevoli il corso degli studi. Il nostro Ateneo è in continua crescita, con oltre 23 mila studenti. I ragazzi che decidono di venire a Verona non lo fanno solo per la qualità dell’offerta didattica. Sono attratti da una città bellissima, con una grande vocazione storica e culturale. Per questo tra i servizi che l’Esu offre allo studente, quello di reperire un alloggio economico e agevole per lo studio, rappresenta, a mio avviso, un biglietto da visita importante per Verona e la sua provincia”.