Seconda edizione della scuola di dottorato sul controllo di robot chirurgici

Dal 9 al 13 Luglio, 26 partecipanti e 16 relatori si sono riuniti a Verona per partecipare a COSUR 2018, organizzato dal laboratorio di robotica ALTAIR

Dal 9 al 13 Luglio, 26 partecipanti e 16 relatori, provenienti da quasi tutti i continenti, si sono riuniti a Verona per partecipare a COSUR 2018, la seconda edizione della scuola biennale di dottorato sul controllo di robot chirurgici, organizzata dal laboratorio di robotica ALTAIR, in collaborazione con i progetti Horizon 2020 ARS (Autonomous Robotic Surgery) e SARAS (Smart Autonomous Robotic Assistant Surgeon). COSUR ha lo scopo di introdurre gli studenti all’ambiente multidisciplinare della ricerca in chirurgia robotica, con particolare attenzione agli algoritmi di controllo usati in chirurgia robotica e all’impatto del fattore cognitivo nel direzionare il controllo.

“I robot autonomi avranno un ruolo sempre più importante nel campo della chirurgia autonoma, ma l’intelligenza artificiale è spesso fonte di paure e conoscenze approssimative, questo dovuto alla mancanza di un framework comune di lavoro e in generale alla poca attenzione data alla comunicazione scientifica”, spiega Paolo Fiorini, docente del dipartimento di Informatica, fondatore e direttore del laboratorio ALTAIR. “Grazie alla conoscenza acquisita con i progetti europei condotti dal laboratorio ALTAIR e al supporto del Da Vinci Research Kit proveremo ad identificare i tasselli principali che costituiscono la chirurgia autonoma, così da colmare questo vuoto”.

La scuola è stata fondata dai progetti europei ARS, SARAS e MURAB, dalla Scuola di dottorato in Scienze naturali e ingegneristiche, dal dipartimento di Informatica e dal progetto Robiopsy. Appuntamento nel 2020 per la prossima edizione di COSUR.

Maggiori informazioni sul sito del dipartimento di Informatica.