Possibili cambiamenti nella sessione autunnale

Le date degli esami di profitto potrebbero subire dei cambiamenti a causa dello sciopero di alcuni docenti

L’ateneo comunica agli studenti che il “Movimento per la dignità della docenza universitaria” ha proclamato uno sciopero per la prossima sessione autunnale 2016/2017, nel periodo compreso tra il 28 agosto e il 31 ottobre 2017. Allo sciopero hanno dichiarato di aderire 5.444 accademici di 79 università ed enti di ricerca italiani.

Lo svolgimento degli esami potrà quindi subire qualche cambiamento.

Modalità dello sciopero.  I promotori dello sciopero comunicano che gli aderenti si asterranno dal tenere il primo degli appelli degli esami di profitto già programmati nel periodo tra il 28 agosto e il 31 ottobre, per la durata massima di 24 ore, corrispondenti alla giornata fissata per il primo degli appelli che cadano all’interno del periodo.  Tutti gli esami corrispondenti verranno, di conseguenza, spostati all’appello successivo, che si terrà regolarmente. Verrà assicurato in ogni caso lo svolgimento di almeno un appello. Nel caso in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello,  verrà fissato un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero. Verranno assicurati tutti gli esami di profitto al di fuori del periodo 28 agosto – 31 ottobre e verranno assicurate inoltre, in tale periodo, tutte le altre attività istituzionali.

Al momento non è ancora possibile avere l’elenco di quanti aderiranno allo sciopero, né, pertanto, quali appelli saranno spostati.

Maggiori informazioni sull’astensione nella pagina del Movimento per la dignità della docenza universitaria

Lettera di proclamazione sciopero