“Rievoluzione 2021”, il Festival Scienza Verona è pronto alla sfida

Scienza, sostenibilità e nuovi mezzi espressivi approdano il 12 marzo al Festival della Scienza Verona

In una inedita versione digitale parte, venerdì 12 marzo alle ore 18, RiEvoluzione 2021, il Festival della Scienza Verona, quest’anno in co-organizzazione con Cooperativa Sociale Galileo Onlus e con il patrocinio dell’ateneo di Verona. 

Del comitato scientifico fanno parte Roberto Giacobazzi, direttore del dipartimento di Informatica, e Antonia De Vita, docente di Pedagogia generale e sociale nel dipartimento di Scienze umane. Le grandi tematiche scientifiche saranno protagoniste con un intenso calendario di 10 giorni, 51 eventi, 65 relatori per un totale di circa 60 ore di dirette ad accesso gratuito. Un programma all’insegna dell’innovazione, sostenibilità e futuro. Ogni giornata del Festival, infatti, affronterà una specifica tematica, facendo percorrere al pubblico un itinerario multidisciplinare nel mondo della Scienza vista con gli occhi della sostenibilità e dell’ Agenda 2030.

La giornata inaugurale del 12 marzo si aprirà alla presenza di Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera dei Deputati; di Laura Donà, dirigente tecnico del Ministero dell’Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto; di Roberto Giacobazzi, direttore del dipartimento di Informatica dell’ateneo di Verona e coordinatore del Comitato Scientifico del Festival, e di Pierluigi Tacinelli, CEO di Cooperativa Sociale Galileo Onlus.
Tutte le dirette saranno trasmesse su entrambi i canali Facebook e Youtube del Festival della Scienza e di Heraldo, Media partner operativo.

I protagonisti e le protagoniste stanno ampliando la rete internazionale del Festival Scienza Verona. I linguaggi artistici e le innovative strategie di insegnamento, come il fumetto, il gaming, la fotografia, il teatro e la narrativa saranno insoliti veicoli per incuriosire e raggiungere un vasto pubblico, in trattazioni di estrema attualità: dagli effetti che le materie plastiche stanno avendo sul nostro pianeta e nei nostri mari alla rinnovata corsa verso lo Spazio. RiEvoluzione, anche grazie alla presenza del suo Comitato Scientifico, ha l’ambizioso progetto di creare un Think Tank multidisciplinare dove far coesistere Scienza, sostenibilità e nuovi mezzi espressivi.