Il Qatar investe nella ricerca dell’università di Verona

Un milione di dollari americani ad un progetto triennale di ricerca nel campo delle leucemie

Il Qatar investe nella ricerca veronese. A testimoniarlo è un importante sostegno, oltre un milione di dollari americani, che il Fondo nazionale di ricerca dello Stato del Qatar, Qnrf, ha destinato ad un progetto triennale di ricerca nel campo delle leucemie condotto da un team di scienziati dell’ateneo scaligero.

Il progetto, coordinato da Claudio Sorio, docente di Patologia generale del dipartimento di Patologia e Diagnostica dell’università, coinvolge le Ematologie di Verona e dell’ospedale San Francesco di Nuoro oltre all'ematologia dell'Hamad Medical Center di Doha ed è stato portato avanti fino ad oggi grazie al supporto finanziario, ottenuto nel corso degli anni precedenti, dell’Università di Verona, del Consorzio degli Studi Universitari di Verona, di Cariverona e dell’Airc, Associazione italiana ricerca sul cancro. Fanno parte del gruppo di ricerca anche Mauro Krampera e Fabrizio Vinante, docenti di Ematologia di ateneo e Maria Monne, direttore del laboratorio di Ematologia di Nuoro.

Il gruppo di Sorio nel corso degli ultimi 10 anni ha studiato il meccanismo d’azione e le possibili applicazioni cliniche di un soppressore tumorale chiamato Ptprg, gene che viene spento nei pazienti colpiti da Leucemia mieloide cronica. “Le nostre ricerche – spiega Sorio – hanno dimostrato che nei casi in cui il soppressore tumorale Ptprg viene espresso è in grado di bloccare in maniera molto evidente la crescita delle cellule tumorali interagendo e “spegnendo” l’oncogene Bcr/Abl, presente in quasi la totalità dei casi di Leucemia mieloide cronica. Inoltre, se i pazienti vengono trattati con i farmaci, tale gene riprende ad essere espresso e a funzionare fornendo quindi importanti informazioni sull’andamento della terapia”.

Questi risultati, hanno attratto l’interesse dei Finanziatori dell’ente di ricerca del Qatar che hanno deciso di investire sul progetto di ricerca dell’ateneo scaligero nell’ambito dei Programmi nazionali di ricerca prioritaria del Qatar. Programmi estremamente competitivi, come dimostrano i dati della distribuzione dei fondi. Nel 2010, infatti, sono stati 1400 i progetti presentati al Qnrf da ricercatori e gruppi di ricerca provenienti da 25 Paesi. Di questi, solo 145 progetti sono stati selezionati e finanziati per un totale di 121 milioni di dollari americani. Solo tre le istituzioni italiane premiate, tra queste l’Università di Verona.