Matthew Watkins

Infinitamente rinnova di anno in anno il connubio tra scienza e arte. Protagoniste dell’edizione 2013 digital fingerpainting e fotografia

Arte 2.0, arte in punta di dita, arte digitale, arte ai tempi dell’iPhone? L’arte per sua stessa natura non ha limiti e non ha frontiere – afferma Matthew Watkins – e probablimente nemmeno definizioni univoche. Sta al pubblico apprezzare o storcere il naso. Il minimo comune multiplo delle opere in mostra in “Uncontainable art – Visioni digitali di Matthew Watkins” è il touch screen di un iPhone o di un iPad.  Rafforzativi al concetto base: la genialità stilistica e il tratto da vignettista che caratterizzano l'artista inglese.

Arte in punta di dita. Dal 13 marzo, giorno dell’inaugurazione, nella splendida cornice di Palazzo Pompei è possibile ammirare stampate su carta oltre 30 opere digitali di Matthew Watkins. Artista anche prima dell’avvento dell’iPhone cresciuto in Canada e che oggi vive e a Bari i suoi dipinti variano dal fantastico al noir alla satira politica e sono tutti realizzati attraverso il touch screen di iPhone o iPad «Dal 2007, con l'invenzione del'iPhone, abbiamo uno strumento che permette di creare arte in qualsiasi momento e ovunque, fermando un'immagine, un istante, sempre usando le dita come pennelli» Spiega Watkins.

La luna in tutto il suo splendore. Nella stessa sede è possibile, inoltre, ammirare 20 immagini della mostra fotografica “From Earth to the moon”, realizzata in collaborazione con Pleiadi. La luna che ha ispirato gli artisti, gli effetti della luna sulla terra e molto altro ancora in una collezione di scatti provenienti dagli archivi Nasa o da fotografi astrofili.

Divulgazione di cultura, regola per lo sviluppo. Due esposizioni che realizzano quella «divulgazione della scienza e della cultura prodotte nell'università» che, ha spiegato il rettore Alessandro Mazzucco, è «l'unico modo, per il nostro Paese di progredire e partecipare alla competizione internazionale».

Informazioni:

Sede: Museo Civico di Storia Naturale  Orari di apertura: da lunedì a giovedì ore 9.00-17.00. Chiusura biglietteria ore 16.30. Sabato, domenica e festivi ore 14.00-18.00. Chiusura biglietteria ore 17.30. Chiuso il venerdì.  Tariffe di ingresso: Intero: € 4,50 Ridotto: € 3,00 Ridotto Scuole: € 1,00. Sito web festival: www.infinitamente.univr.it  Presso il bookshop del museo è disponibile il catalogo della mostra UncontainableArt edito da Silvana Editoriale (Prezzo di copertina 12 euro).