Formare i project manager del futuro

Nuova edizione per il master diretto da Alberto Roveda

Formare project manager, ovvero gli specialisti della ‘gestione dei progetti e problemi’ in azienda, con un’offerta su misura centrata sulla gestione dei progetti e con un orientamento internazionale. È questo l’obiettivo della undicesima edizione del master universitario di primo livello in Project management (Mpm) all’università di Verona, Polo Santa Marta, via Cantarane 24, in partenza per l’anno accademico 2018-2019.

Il percorso dell’ateneo scaligero, che ha già diplomato più di 150 project manager, è pensato per giovani laureati tecnici che ai dieci mesi di formazione potranno affiancare lo stage garantito e retribuito con l’obiettivo di sviluppare al meglio le capacità e competenze gestionali direttamente in azienda.  La figura del project manager, oltre a essere tra le più richieste nel mercato del lavoro, concentra competenze eterogenee e trasversali lavorando in sinergia con professionisti di diversa estrazione con un forte orientamento al risultato attraverso la gestione del progetto. Quattro le unità previste dal master (Project management, Cost & revenue, Risk & contracts, Management by projects) ideate per toccare tutti i temi della gestione di progetti complessi, dalla definizione della strategia fino al coordinamento del team.

“Frequentare le lezioni e contemporaneamente fare esperienza in azienda rappresenta un grande vantaggio sia per le società partner di Mpm che per gli studenti. – commenta Alberto Roveda, direttore del master Mpm – Le imprese possono avere una nuova risorsa che padroneggi fin da subito le metodiche del Project management con affidabilità e rapidità; gli studenti invece possono applicare in un contesto reale tutto quello che viene affrontato in aula”.

Il percorso formativo si conclude con un residenziale e con la redazione del project work finale, realizzato in collaborazione con l’azienda che ospita ogni studente per l’individuazione di un ambito strategico in cui applicare le competenze apprese durante le lezioni. Ma il Master Mpm, è un percorso di aggiornamento e perfezionamento modulare ideale anche per imprenditori, dirigenti, quadri oltre che per collaboratori o liberi professionisti laureati o diplomati – che vogliono potenziare il proprio profilo professionale.

“Il percorso in quattro moduli – spiega Claudio Tombari, coordinatore del master Mpm  – sono gli stessi del master universitario, ed è l’ideale per chi vorrebbe aggiornarsi ed essere più competitivo ma non ha il tempo di farlo. Le lezioni esclusivamente di venerdì e sabato, infatti, permettono una gestione ottimale delle esigenze lavorative”.

Per i laureati interessati è possibile partecipare, da metà luglio, a colloqui orientativi gratuiti per scoprire tutti i dettagli sulle opportunità offerte e sull’impegno richiesto. Le iscrizioni, invece, sono aperte a partire da inizio agosto sulla pagina dedicata del sito www.masterprojectmanagement.it