Rappresentanza studentesca: Senato accademico al femminile

Quello di Verona è l’unico ateneo in Italia ad avere solo studentesse come rappresentanti in Senato accademico

Dal primo ottobre, con l’inizio del nuovo anno accademico, la rappresentanza studentesca dell’università di Verona è stata rinnovata. La componente di studenti in Senato accademico è ora composta da quattro studentesse, due per le lauree triennali, una per le lauree magistrali e una in rappresentanza dei dottorandi. Quello di Verona è l’unico ateneo in Italia ad avere una rappresentanza studentesca in Senato accademico interamente al femminile.

Jenny Romeo, Soraya Layla Capizzi Pu, Daniela Pili e Diletta Danieli saranno la voce della comunità studentesca in Senato accademico, un risultato importante sottolineato da Daniela Pili. “La rappresentanza di genere è un grande problema, attendiamo continuamente che un intervento normativo risolva la situazione, ma la mia idea è che ognuno nel proprio contesto possa far qualcosa. Nel periodo delle elezioni studentesche, avendo contatti di tante università italiane, mi è capitato di vedere i candidati studenti per Senato accademico e Consiglio di amministrazione, e in molti casi ho notato la totale assenza di candidate donne. Guardando al nostro ateneo, – conclude Daniela Pili – posso dire di essere molto contenta che le liste abbiano sempre prestato grande attenzione alla questione della rappresentanza di genere. Questa è la dimostrazione che ognuno, nel proprio piccolo mondo e nel contesto in cui opera e lavora, può far qualcosa per far progredire la società”.

11.11.2016