Monsignor Zenti al momento della firma della petizione