Computer grafica: dalla passione al Premio “Matteo Dellepiane”

Il racconto di Marco Pegoraro, laureato in Ingegneria e Scienze informatiche, a People of Univr

Quali sono i requisiti per vincere il Premio “Matteo Dellepiane” per la miglior tesi magistrale in Computer grafica? La risposta la si trova nel racconto di Marco Pegoraro, laureato in Ingegneria e Scienze informatiche all’università di Verona, con la supervisione del professor Umberto Castellani e di Riccardo Marin, del dipartimento di Informatica, che afferma di aver scelto il suo percorso di studi per poter lavorare nell’ambito di quella che considera la sua  passione più grande, la computer grafica.

Così, una volta terminati gli studi e arrivato il momento di scegliere l’argomento per l’elaborato finale, Marco non ha avuto alcun dubbio e si è buttato a capofitto per raggiungere l’obiettivo concordato con il suo relatore e il suo correlatore: “generare un qualsiasi oggetto 3D a partire dal suo “suono”, come per esempio la forma di un tamburo partendo dal semplice suono emesso dallo strumento: si tratta di inverse spectral geometry, uno dei più recenti argomenti di studio della Computer grafica.

Il frutto del lavoro di Marco s’intitola “Data-driven inverse spectral geometry: learning to generate shapes from multi spectra” e, come ci tiene a sottolineare nel suo racconto, i mesi di studio ed esperimenti talvolta inconcludenti sono stati completamente ricompensati da una tanto semplice quanto inaspettata e-mail: la comunità di Computer Grafica Italiana ha, infatti, deciso di conferire il premio “Matteo Dellepiane” per la miglior tesi magistrale proprio a lui, che riassume tutta la sua gratitudine e le emozioni così: “Spero che questo possa essere per me l’inizio di un produttivo percorso di ricerca in quella che è sempre stata la mia compagna di viaggio: la Computer grafica”.

 

 

Scopri le altre storie su People of Univr e sul profilo Instagram del blog.