Lingue e culture in contatto nel Mediterraneo antico

In programma due giornate di workshop per approfondire i contatti linguistici dei popoli del Mediterraneo antico

Un workshop per approfondire i contatti tra popoli e lingue del Mediterraneo dal 3000 a.C all’epoca romana. Questo lo scopo di “Lingue e culture in contatto nel Mediterraneo antico”, il primo appuntamento nell’ambito del progetto di ricerca Palac, Pre-classical Anatolian languages, finanziato per oltre 1 milione e 200 mila euro dalla Commissione Europea. Il workshop, organizzato dal dipartimento di Culture e civiltà, verrà inaugurato mercoledì 20 febbraio alle 17 nell’aula B del Silos di Ponente, mentre due giornate di lavori sono in programma per giovedì 21 e venerdì 22 nella Sala convegni del Banco BPM.

Il programma. La prima giornata di lavori, giovedì 21 febbraio, si aprirà alle 10.40, dopo le registrazioni, con una breve introduzione al workshop. L’incontro sarà poi diviso in più sessioni con interventi su “Contatti linguistici e studi culturali I”, “Lingue e scritti dell’antica Anatolia” eContatti linguistici e studi culturali II”. Gli interventi del secondo giorno di workshop proporranno approfondimenti su “Lingue e scritti della Mesopotamia”, “Culture e testi del vicino Oriente antico” e “Classici”. A chiudere i lavori sarà una tavola rotonda.

Per maggiori informazioni visita il sito del dipartimento.