I laboratori Kidsuniversity di Scienze motorie

Attività alla scoperta del cuore, dei muscoli, dello sport e dei giochi.

Cuore, muscoli, sport e giochi, i temi dei laboratori che l’area Scienze motorie del dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento ha proposto ad alunne e alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado nell’ambito della quarta edizione di Kidsuniversity. Le attività si sono svolte nella sede di via Casorati, al centro polifunzionale “Manuel Fiorito” di Borgo Roma, con l’evento KidSport di domenica 23 settembre e, quest’anno, per la prima volta, i laboratori hanno coinvolto anche il CeRiSM, Centro Ricerca Sport Montagna e Salute di Rovereto.  

Per i laboratori “Un cuore matto per ogni sport” e “I nostri muscoli: tanto forti e anche precisi”,  tenutisi a Scienze motorie da Federico Schena, docente di Metodi e didattiche delle attività sportive e da Cantor Tarperi e, in contemporanea, anche al CeRiSM dalle docenti Barbara Pellegrini e Chiara Zoppirolli è stata proposta un’introduzione teorica e diverse stazioni sperimentali che hanno attivamente coinvolto i bambini. Per la frequenza cardiaca, la sperimentazione del ciclo ergometro e dello step, esercizio di tipo aerobico che si svolge utilizzando uno scalino. Prove in cui si è potuto osservare in diretta l’incremento dell’attività cardiaca durante lo sforzo e il recupero dello stato normale durante il successivo ristoro.

Il tema dei muscoli è stato affrontato non solo dal punto di vista della forza, ma anche della precisione.  L’esperienza di guidare direttamente i muscoli, potendo verificare passo passo, usando i sistemi di misura più avanzati, come viene prodotta e controllata la forza, ha portato a guardare con occhi diversi questa componente così importante per il funzionamento del nostro corpo, nello sport come nelle attività quotidiane. Al CeRiSM, si è costruito un modello di braccio e avambraccio con alcuni aste di legno alle quali è stato agganciato un fascio di corde per simulare  le fibre muscolari di bicipite e tricipite. Ragazze e ragazzi, manovrando queste corde, hanno simulato l’azione dei muscoli tricipite e bicipite nel comandare la flessione e l’estensione del gomito, comprendendo così l’importanza della coordinazione dell’azione delle fibre per la precisione del movimento.

Al centro polifunzionale “Manuel Fiorito” di Borgo Roma, Valentina Biino, docente di Gioco e sport in età prescolare ha condotto il laboratorio “Le forze in gioco”, proponendo una serie di giochi utili per imparare le gestualità base dell’atletica e stimolare la performance, in un gioco di squadra dove la forza è data dal gruppo e dalla condivisione.

Sempre al centro “Manuel Fiorito”, domenica 23 settembre si è tenuto KidSport, organizzato dal Comitato Sport di Ateneo, Cus Verona sezione Scienze motorie, in collaborazione con Comfoter. La mattinata è stata un’occasione per condividere in famiglia un’emozionante esperienza che integra movimento, sport e piacere della conoscenza. Piccoli e grandi insieme, divisi in squadre si sono messi alla prova in una serie di circuiti di attività motoria: tiri in porta, baseball, corsa, lancio, tiri a canestro, abbinati a quiz di cultura generale sui temi dello sport e dell’attività fisica.