Fondo Gianesini sostiene due ricercatori

Università di Verona e UniCredit Foundation lanciano un premio per la ricerca in campo economico e medico

Università di Verona  e UniCredit Foundation, in collaborazione con UniCredit & Universities Foundation, lanciano il premio di ricerca “Fondo Gianesini” 2016 che permetterà a giovani professori associati, assistenti o ricercatori di qualsiasi nazionalità di tutte le università europee di usufruire di un fondo di 30.000 euro, generosa donazione da parte di un filantropo veronese, destinato a sviluppare due progetti di ricerca della durata di un anno, uno in ambito economico-finanziario, l’altro nel campo delle scienze mediche.

Questa iniziativa si inquadra nella ormai triennale collaborazione tra Università di Verona e UniCredit Foundation che, grazie al Fondo Gianesini, ha già assegnato otto borse di studio a giovani meritevoli. I candidati al premio di ricerca in  ambito economico finanziario potranno presentare le domande fino al 30 giugno e il vincitore verrà reso noto entro fine luglio. Il termine ultimo per le candidature nel campo delle scienze mediche è invece fissato al 29 luglio e il nome del vincitore verrà comunicato entro fine settembre. La cerimonia di premiazione si terrà a Verona nel mese di dicembre. I vincitori verranno selezionati da due  comissioni scientifiche, una per ciascuna disciplina, entrambe  composte  da  membri indicati dall’università di Verona e  da UniCredit Foundation selezionati tra esperti accademici. I vincitori saranno invitati a trascorrere un periodo di visiting presso l’università per condividere e discutere i risultati  del proprio lavoro e presentare la propria ricerca durante un workshop.

“Da alcuni anni, grazie ad una lodevole iniziativa del Fondo Gianesini – spiega Diego Lubian , direttore del dipartimento di Scienze Economiche – alcuni giovani meritevoli del nostro Ateneo hanno l’opportunità di ottenere un finanziamento per un periodo di studio/ricerca all'estero. Questo nuovo bando del "Fondo Gianesini" per un progetto di ricerca in Economia e Finanza permetterà, invece, ad un giovane ricercatore di una università europea di trascorrere un periodo di visiting presso il nostro Dipartimento. Questa nuova iniziativa prevede anche la diffusione e valorizzazione dei risultati delle ricerca svolta dal giovane studioso attraverso seminari e conferenze, ampliando così la platea dei beneficiari dell’attività filantropica”. “Ancora una volta il Fondo Gianesini – aggiunge  Alfredo Guglielmi, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia  – mette a disposizione fondi per aiutare la ricerca scientifica nell’ambito delle Scienze Mediche. Infatti, per due anni successivi, la donante ha consentito a giovani ricercatori della Scuola di Medicina di trascorrere un periodo all’estero per effettuare progetti importanti per lo sviluppo in campo medico e di conseguenza per migliorare le cure dei pazienti.  Oggi, il Fondo Gianesini, vuole anche offrire a ricercatori stranieri l’opportunità di attivare rapporti di  collaborazione con il nostro ateneo e porre le basi per future collaborazioni scientifiche in ambito internazionale. Il nuovo bando prevede, infatti, che studiosi europei nell’ambito delle scienze mediche possano trascorrere un periodo di studio come visiting nella Scuola Medicina e Chirurgia dell’università di Verona”.  “Con questo premio di ricerca lanciato grazie al Fondo Gianesini,  istituito con il supporto di un filantropo veronese, – ha commentato Maurizio Carrara, Presidente UniCredit Foundation – “ vogliamo premiare il talento offrendo un contributo che vada ad integrare i fondi universitari, dando altresì  impulso allo scambio e all’interculturalità nel mondo della Ricerca”.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili sul sito di UniCredit Foundation.

25.02.2016