JOB&Orienta 2015

In Fiera a Verona la venticinquesima edizione del salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro

Manca poco alla venticinquesima edizione di JOB&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro. In programma quest’anno da giovedì 26 a sabato 28 novembre in Fiera a Verona, l’evento da oltre due decenni accompagna e racconta l’evoluzione del sistema formativo italiano, stimolando il dibattito sui temi e valorizzando esperienze eccellenti e buone pratiche attraverso le voci dei diretti protagonisti.

Forte del successo dell’edizione 2014, che ha registrato oltre 65.000 visitatori e ha coinvolto più di 500 espositori, JOB&Orienta torna proponendo due aree tematiche, articolate in sei percorsi. La prima è riservata al mondo dell’istruzione e comprende i percorsi Educazione e Scuole, Tecnologie e Media e Lingue straniere e Turismo; la seconda è dedicata invece all’università, la formazione e il lavoro, con i percorsi Formazione accademica, Formazione professionale e Lavoro, e Alta formazione.
A caratterizzare JOB&Orienta come sempre anche un importante calendario culturale con numerosi convegni, dibattiti, tavole rotonde e seminari, che vedono la presenza di esperti e rappresentanti di spicco dei diversi ambiti, ma anche le testimonianze dirette di tanti giovani protagonisti. Sempre presenti, infine, laboratori interattivi e simulazioni, spettacoli e momenti di animazione, che mirano da un lato a valorizzare la creatività dei ragazzi e delle scuole, dall’altro a coinvolgere più attivamente i visitatori.

Focus di questa venticinquesima edizione sarà “Il lavoro, una realtà che educa. Conoscere, sperimentare, apprendere”. Il titolo vuole evidenziare la necessità di potenziare tutti quegli strumenti che consentono agli studenti di incontrare presto il mondo del lavoro, a partire dall’alternanza scuola lavoro e l’apprendistato. Allo stesso tempo, intende esprimere il valore del lavoro come spazio in cui i giovani crescono, misurano le proprie competenze e comprendono quali siano da sviluppare e diventano più consapevoli dei propri talenti. Temi scelti alla luce anche delle riforme della Buona scuola e del Jobs Act, che vedono sempre più interconnessi i due mondi e le politiche d’azione dei due ministeri di riferimento.

L’università di Verona sarà presente con un proprio stand e, nella mattinata di venerdì 27 novembre, organizza una riunione plenaria dedicata al Progetto Tandem. Dalle 11.30 nella Sala Workshop della fiera, l’Ufficio orientamento allo studio presenterà l’iniziativa che mira a creare un forte collegamento tra il mondo della scuola e l’università.

td
12.11.2015