“La democrazia costituzionale tra nuovi diritti e deriva mediale”

A Scienze Giuridiche due giorni di studi sul rapporto tra informazione e democrazia costituzionale

Aula magna della sede del dipartimento di Scienze Giuridiche gremita venerdì 16 ottobre in occasione dell’apertura della due giorni di studi “La democrazia costituzionale tra nuovi diritti e deriva mediale”. Il convegno è stato anche l’occasione per presentare gli “Studi in onore di Maurizio Pedrazza Gorlero”, costituzionalista negli atenei di Milano, Catania e Verona, preside dell’ex facoltà di Giurisprudenza dell’ateneo veronese, autore di importanti contributi atti al miglioramento del settore giuridico dell’università scaligera.

Ad aprire la giornata di venerdì 16 ottobre i saluti del rettore Nicola Sartor, della direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche Donata Gottardi, del presidente del collegio di Giurisprudenza Stefano Fuselli, del presidente del Banco Popolare Carlo Fratta Pasini e del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Verona Alessandro Rigoli.
A seguire sono state analizzate, attraverso l’intervento di importanti personalità provenienti da numerose università italiane, le virtualità e le criticità della democrazia costituzionale nell’epoca della globalizzazione e le norme relative al rapporto tra informazione e democrazia costituzionale.

FuoriAulaNetwork, presente all’incontro, ha raccolto le voci di Donata Gottardi e di Maurizio Pedrazza Gorlero.

19.10.2015