Ciclo di conferenza promosse dal Collegio universitario Don Mazza di Verona

Torna anche quest’anno il ciclo di conferenze organizzate dal Collegio universitario “Don Nicola Mazza” in collaborazione con l’università di Verona, l’Esu, la Fondazione Giorgio Zanotto, lo studio teologico “San Zeno” e l’istituto superiore di scienze religiose “San Pietro martire” di Verona. Gli incontri, in programma dal 21 ottobre al 16 dicembre ogni lunedì dalle 17.30 alle 19.30 in aula T.5 del Polo Zanotto, nascono con l’obbiettivo di trattare il tema del conflitto nelle sue innumerevoli sfaccettature. Seppure l’Europa e l’Italia non siano più teatro di conflitti bellici focolai di guerre continuano a colpire vaste aree del mondo. Numerosi conflitti d’altro tipo turbano la vita delle persone e delle popolazioni e sembrano acuirsi negli ultimi tempi come conseguenza della perdita dei valori civili ed etici. In occasione delle nove conferenze che saranno dedicate a questo tema interverranno relatori illustri accompagnati dalle testimonianze di alcuni giovani.

Le conferenze. Lunedì 21 ottobre si è tenuto l’incontro introduttivo Le radici psico-biologiche del comportamento umano. Dall’integrità all’alienazione nel quale sono state analizzate le ragioni della violenza e del conflitto alla base delle quali stanno le radici psicobiologiche, filosofiche e antropologiche della violenza e dell’aggressività umana. A partire da lunedì 28 ottobre nelle singole conferenze verranno analizzate le caratteristiche peculiari alle varie tipologie di conflitto: la violenza sui beni comuni quali il patrimonio naturale, culturale e artistico; i cambiamenti nel modo di fare la guerra, sempre più tecnologica, fatta da professionisti ma subita dai civili, l’industria della armi; i conflitti religiosi, tra confessioni diverse ma anche all’interno dello stesso credo tra progressisti e conservatori; la violenza della criminalità organizzata che alimenta fenomeni di corruzione; i conflitti politici ed economici che dividono l’Europa e la violenza di genere, sulle donne frutto di educazione e cultura machista. Gli ultimi incontri si concentreranno sul tema del rapporto tra violenza e potere per chiudersi lunedì 16 dicembre con un incontro sulle conseguenze che la crisi internazionale ha avuto sulla vita personale dando vita a conflitti sociali e fenomeni di ribellione.

Il corso è aperto a tutti, studenti e non ed è gratuito. Agli studenti che parteciperanno a 7 incontri su 9 e che presenteranno un elaborato scritto sugli argomenti trattati verranno riconosciuti crediti. Per l’ottenimento dei crediti è necessaria l’iscrizione contattando il collegio “Don Nicola Mazza” tel. 045594780 – 045591648 o tramite e-mail germana.cantieri@gmail.com

Ascolta l'intervista a Suor Germana Cantieri