Premio Omi, le aziende si raccontano

Le monografie d’impresa potranno essere presentate fino il 29 marzo. La premiazione è prevista per il 28 maggio a Riva del Garda

Resteranno aperte fino al 29 marzo le iscrizioni al “Premio Omi 2013. Alla migliore Monografia Istituzionale d’Impresa”. Un riconoscimento per tutte quelle imprese che hanno deciso di raccontare la propria storia nero su bianco. Il premio rientra nel più ampio progetto Omi, primo e unico osservatorio italiano sulle monografie istituzionali d’impresa, pensato e realizzato da Mario Magagnino, docente di Comunicazione aziendale dell’ateneo scaligero, insieme ad un team di professionisti. L’iniziativa gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Università degli Studi di Verona e della Camera di Commercio di Verona.

Il premio Omi. La monografia aziendale, come strumento di comunicazione, si inserisce pienamente in un processo di valorizzazione dell’imprenditoria italiana. Il premio è rivolto quindi ad aziende private e pubbliche, agenzie di pubblicità e di relazioni pubbliche, creativi e case editrici. “Dai primi iscritti – spiega Magagnino – si nota una prevalenza di aziende appartenenti al settore vitivinicolo, ma la strada è ancora lunga e fino al 29 marzo non riveleremo i nomi. Le imprese che possono partecipare al concorso, sia nazionali che internazionali, a patto che abbiano una sede nel nostro Paese, devono presentare una monografia edita tra il 1 gennaio 2007 al 29 marzo 2013”. L’opera dovrà essere inviata in doppia copia perché passerà al vaglio di due giurie, quella senior composta da15 persone tra docenti universitari, professionisti della comunicazione, delle arti grafiche e dell’editoria e quella junior formata da30 studenti della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Verona. La classifica finale sarà quindi il risultato dell’incrocio ponderato dei voti delle due giurie. I Premi, tre del podio più tre menzioni speciali, consisteranno saranno consegnati durante la cerimonia che si terrà il 28 maggio a Riva del Garda nell'ambito di una giornata di studi sulle tematiche della Reputazione Aziendale e dello Storytelling, sinergicamente organizzata. Tutte le opere partecipanti, inoltre, entreranno nell’archivio dell’Omi, con la specifica: “Partecipante al Premio Omi 2013″.

Le attività dell’Osservatorio. Omi è costituito da due attività principali, l’archivio e il premio. Il primo raccoglie duecento opere in costante aumento e catalogazione grazie anche al supporto del team di studenti di Scienze della comunicazione. Le monografie raccolte sono disponibili in versione cartacea, all’interno del dipartimento di Filologia, letteratura e linguistica, e in versione digitale, complete di copertina e schede riassuntive. I giovani archivisti si occupano dell’analisi dei materiali raccolti e passano poi i loro elaborati a dei professionisti della comunicazione e del web che provvedono alla loro ottimizzazione e inserimento sul neonato sito Omi. Il premio, invece, è il primo dedicato a questo genere di strumento di comunicazione aziendale.