Tag: neuroscienze


Dolore neuropatico, il punto su clinica e terapia

Il dolore neuropatico è una situazione clinica difficile da diagnosticare e affrontare, ma ha un impatto rilevante sulla qualità della vita, del sonno e dell’umore oltre a essere causa di disabilità. Questi aspetti, solitamente poco indagati negli studi clinici terapeutici, sono stati affrontati all’interno del congresso “Il dolore neuropatico: dalla fisiopatologia al trattamento”, ospitato il 19 e 20 settembre al polo Zanotto. Coordinatore scientifico del...

Leggi tutto...


Conceptual illustration of neuron cells with glowing link knots in abstract dark space, high resolution 3D illustration

Dal 23 al 27 settembre il dipartimento di Informatica dell’ateneo ospita la terza edizione della “Winter school on Brain connectomics”. L’iniziativa è organizzata dalla Scuola di dottorato di Scienze naturali e ingegneristiche diretta dalla professoressa Gloria Menegaz. Le cinque giornate di formazione sono caratterizzate da un approccio multidisciplinare: la connettomica coinvolge infatti l’informatica, l’ingegneria, le neuroscienze e la medicina. Tra le tematiche principali del corso...

Leggi tutto...


Gruppo di ricerca Univr vince il premio Fellowship Gilead

Il gruppo di ricerca Univr guidato da Maria Scupoli, docente di Biologia applicata nel dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento ha vinto il premio Fellowship GIlead per il progetto “Profili molecolari antiossidanti come un nuovo modello prognostico nella leucemia linfatica cronica”. Il progetto. Il progetto presentato è finalizzato a migliorare l’outcome e la qualità di vita dei pazienti affetti da leucemia linfatica cronica. Lo scopo...

Leggi tutto...


922707140

Il dolore neuropatico affligge circa il 6-8% della popolazione. Condizioni comuni di dolore neuropatico sono rappresentate da neuropatie compressive, come la sindrome del tunnel carpale, traumatiche e post-chirurgiche, radicolopatie secondarie a spondilodiscoartrosi, nevralgia post-erpetica, nevralgia del trigemino, polineuropatie dolorose, come la neuropatia diabetica o da chemioterapia, patologie del midollo spinale, sclerosi multipla ed ictus. Medici ed esperti ne discuteranno venerdì 26 ottobre, nel corso del...

Leggi tutto...


Dsa e università

“Per creare inclusione bisogna creare un contesto inclusivo. La sfida che stiamo cercando di raccogliere è proprio questa, quella di creare un contesto capace di accogliere la diversità dei nostri studenti.” Con queste parole Giorgio Gosetti, docente di Sociologia e delegato del rettore per il Diritto allo studio e le politiche per gli studenti, ha aperto l’incontro “Dsa e università: un’occasione per discuterne insieme” che...

Leggi tutto...


Infezioni virali e patologie neurodegenerative: individuato un nuovo fattore di rischio?

Pubblicato sulla rivista internazionale “Frontiers in Neurology” uno studio che individua un potenziale nuovo fattore di rischio per lo sviluppo di malattie neurodegenerative. La ricerca è stata coordinata da Donato Zipeto del dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento, in collaborazione con Stefano Tamburin, Giovanni Malerba e Maria Grazia Romanelli dello stesso dipartimento, con Davide Gibellini del dipartimento di Diagnostica e Sanità Pubblica, e con il...

Leggi tutto...


MAC-Brain, il progetto di ricerca sull’attenzione visiva coordinato dall’ateneo scaligero

Oggi è ancora un mistero come avvenga la “scelta attenzionale” tra i diversi stimoli cognitivi da parte del cervello. Un mistero che MAC-Brain si propone di investigare in maniera sistematica. MAC-Brain, infatti, è un progetto di ricerca che promuove un approccio innovativo allo studio dei meccanismi di controllo attenzionale. Coordinato da Leonardo Chelazzi, docente di Neurofisiologia del dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento, e finanziato...

Leggi tutto...


Cellulite e cellule staminali, quale legame?

“La cellulite non  è una semplice infiammazione o un accumulo di liquido, ma un fenomeno complesso che coinvolge le cellule staminali”. Ad affermarlo è lo studio condotto da Andrea Sbarbati, direttore del dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento dell’ateneo veronese in collaborazione con l’università del Piemonte orientale. “La nostra ipotesi è che la cellulite sia una sorta di invecchiamento precoce che può dare molte spiegazioni...

Leggi tutto...


Comportamenti e benessere: un approccio multidisciplinare per favorire la qualità della vita  in condizioni di vulnerabilità

Comprendere l’interazione tra comportamento, aspetti motori, motivazionali e psico-biologici in diverse fasi e condizioni della vita, in particolare nelle situazioni di malattia neurodegenerativa e di disagio psichico. È questo l’obiettivo del progetto di sviluppo “Comportamenti e benessere: un approccio multidisciplinare per favorire la qualità della vita in condizioni di vulnerabilità” del dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento dell’ateneo scaligero presentato dal direttore Andrea Sbarbati insieme...

Leggi tutto...


Autismo: individuate le alterazioni genetiche che compromettono la regolare funzione del cervello

L’università di Verona ha preso parte a una ricerca che, grazie ad una strategia innovativa sviluppata dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Rovereto e dall’Università di Pisa, potrà aiutare a capire come alterazioni genetiche compromettono la regolare funzione del cervello, aprendo nuove frontiere nella comprensione delle cause dei disturbi dello spettro autistico. Lo studio, pubblicato sulla rivista Brain, è stato condotto dal team di ricercatori guidato...

Leggi tutto...



Page 1 of 212